Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

DSC 6822Matera - Casertana 2-1

Marcatori: 38' Mancosu (C), 47' rig. Infantino (M), st 2' Tomi (M)

Matera: Bifulco, Di Lorenzo, Tomi (88' Meola), De Rose, Ingrosso, Piccinni, Carretta, Iannini, Infantino, Armellino, Casoli (77' Rolando).

A disp.: Biscarini, Meola, De Franco, Zaffagnini, Zanchi, Scognamillo, D’Angelo, Gammone, Pagliarini, Rolando, Albadoro, Dammacco.

All.: Padalino

Casertana: Gragnaniello, Potenza, Pezzella, Agyei, Idda, Murolo, Alfageme (68' Giannone), Mancosu, Jefferson (57' Negro), Marano (32' Matute), De Angelis.

A disp.: Maiellaro, Bonifazi, Varsi, Finizio, Matute, Som, Tito, De Marco, Negro, Giannone, Mangiacasale, De Filippo.

All.: Romaniello

Arbitro: Di Martino di Teramo. Assistenti: Grieco di Macerata e D'Alberto di Teramo.

Note: circa 3000 spettatori, di cui 200 ospiti. Ammoniti Pezzella, Agyei, Alfageme, Jefferson, Murolo (C), Tomi, Infantino, Carretta (M). Angoli 3-2 per il Matera.

Fotografie di Sandro Veglia, cronaca di Nicola Radogna

Clicca qui per guardare la fotogallery completa di Matera-Casertana

ASD 1660Al termine di una grande prestazione, il Matera batte la ex capolista Casertana e ritrova il successo dopo lo stop di Catania. Vittoria per 2 a 1 meritata, ottenuta in rimonta dopo la rete del vantaggio ospite siglata da Mancosu. Pareggio allo scadere della prima frazione con un rigore di Infantino. Il primo tempo si è chiuso sul risultato di parità, con un arbitraggio a dir poco indecente. Sorpasso biancoazzurro nelle fasi iniziali del secondo tempo con un calcio piazzato di Tomi, deviato dalla barriera. Matera che fallisce varie occasioni per chiudere i conti, ma la Casertana non produce palle goal per pareggiare.

Mister Padalino recupera Piccinni in difesa e conferma la formazione reduce dalla immeritata sconfitta di Catania. Tra i pali Marino Bifulco, difesa a quattro con Piccinni e Ingrosso centrali, Tomi e Di Lorenzo sugli esterni. De Rose in cabina di regìa davanti alla difesa, più avanzati a centrocampo capitan Iannini, Armellino e Casoli. In avanti coppia di attacco formata da Carretta ed Infantino.

DSC 6821Il Matera parte subito forte e si impossessa della zona nevralgica del campo. De Rose fin dalle prime battute prende in mano le chiavi del centrocampo, catapultandosi su qualsiasi palla vagante che capiti sulla linea mediana. I padroni di casa adottano un attegiamento aggressivo verso il portatore di palla avversario; proprio da una situazione di pressing alto scaturisce la prima occasione da rete per i materani. Al 4' Infantino costringe il portiere rossoblù ad un rinvio corto, la palla viene raccolta da Casoli che serve Iannini, il capitano conclude alto sopra la traversa. Biancoazzurri autori di ottime trame, molto spesso vanificate sul più bello da passaggi imprecisi. Al minuto 11' il cross di Carretta pesca Iannini solo in area di rigore, il numero 8 biancoazzurro pecca di altruismo e, invece di concludere in porta, cerca un passaggio a centro area, la retroguardia casertana in affanno sbroglia. I falchetti appaiono in bambola, mai pericolosi nella prima mezz'ora dalle parti di Bifulco. Al 30' il rossoblù Marano, in seguito ad un contrasto di gioco, accusa un malore ed è costretto ad abbandonare lo stadio in ambulanza. Due minuti più tardi Iannini, ben servito a centro area, si ripete e cerca di servire di testa Infantino, il numero 9 biancoazzurro temporeggia e l'azione sfuma. La corsia destra sembra funzionare bene con Carretta e Di Lorenzo, ma sono gli ospiti a portarsi in vantaggio al minuto 38 nell'unica azione pericolosa. Da sinistra Mancosu sfugge ad un paio di marcature a centrocampo, si accentra e prende la mira, il suo destro è imparabile per Bifulco che non può far altro che osservare il pallone insaccarsi alla sua sinistra. I tifosi ospiti esultano per la rete del vantaggio tanto bella quanto inaspettata. Da questo momento l'arbitro diventa assoluto protagonista del match prendendo una serie di decisioni alquanto discutibili ai danni dei biancoazzurri, tra cui un netto fallo di mani in piena area campana non sanzionato dal Sig. Di Martino di Teramo. In pieno recupero però il direttore di gara assegna un netto penalty per i materani per l'atterramento in area di Iannini. Dal dischetto si incarica Infantino che spiazza Gragnaniello e riequilibra le sorti dell'incontro. L'esultanza dell'attaccante nativo di Tricarico sotto la Curva Sud è di quelle rabbiose. Arbitro che fischia la fine della prima frazione, Matera e Casertana vanno negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

DSC 6872Nella ripresa i padroni di casa trovano subito il goal che deciderà l'incontro. Al 2' minuto Infantino, lanciato a rete, conquista un'ottima punizione dal limite dell'area ospite, in posizione decentrata. Tomi si incarica della battuta, la sfera colpisce la barriera ed inganna Gragnaniello, terminando a fin di palo alla destra del portiere campano. Lo stadio XXI Settembre Franco Salerno esplode in un urlo liberatorio, il Matera trova così il vantaggio in apertura di ripresa. Casertana inerme, sulle gambe, incapace di organizzare una reazione degna di nota. La squadra di mister Padalino ha un unico demerito, quello di non chiudere i conti sfruttando i numerosi contropiedi concessi dalla formazione ospite, sbilanciata in avanti alla ricerca del pareggio. Al 14' Carretta, autore di una prova generosa, sfodera un sinitro dal limite dell'area che si stampa sul palo. Ancora l'attaccante di Gallipoli si rende pericoloso 3 minuti più tardi, sul lancio di Casoli brucia un difensore rossoblù e si presenta a tu per tu con Gragnaniello, la conclusione è sbilenca e si spegne a lato. Alla mezz'ora mister Padalino opta per il primo cambio, fuori Casoli e dentro Rolando. Tra le fila degli ospiti si rivede una vecchia conoscenza del calcio materano, Luca Giannone, protagonista anni fa del Matera di mister Cadregari. La partita scivola via senza particolari sussulti, biancoazzurri che non riescono a chiudere i conti nonostante numerose azioni offensive in superiorità numerica. A 2 minuti dal termine l'impianto di irrigazione del campo viene erroneamente azionato, causando un'interruzione del gioco di alcuni minuti. L'ultima palla goal del match è ancora di marca materana, il neo-entrato Rolando semina un paio di avversari e si presenta in area, la palla arriva ad Infantino che prova a sorprendere Gragnaniello con un delizioso tocco sotto, la sfera esce di un niente. Al termine di 5 minuti di recupero l'arbitro decreta la fine dell'incontro.

VSD 1769Matera che vince e convince contro la ormai ex capolista Casertana, una prova maiuscola quella offerta dai biancoazzurri contro una formazione di assoluto valore, ridimensionata dalla prova esemplare degli uomini di mister Padalino. Materani tenaci, grintosi, arcigni, ma poco concreti, è su questo aspetto che il tecnico foggiano dovrà lavorare in vista della sfida contro la squadra della sua città, la nuova capolista del girone C di Lega Pro, il Foggia di mister De Zerbi. Lunedì prossimo allo stadio Zaccheria lo spettacolo è assicurato, il Matera ha dimostrato ampiamente di potersela giocare contro qualsiasi avversario. AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!

 

DSC 6536

DSC 6551

DSC 6561

DSC 6606

DSC 6619

DSC 6651

DSC 6740

DSC 6742

DSC 6748

DSC 6751

DSC 6780

DSC 6818

DSC 6819

DSC 6866

DSC 6875

DSC 6879

DSC 6945

DSC 6993

DSC 6998

DSC 7089