icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Matera-Casertana 2-0

Marcatori: 18' Corado, 62' Giovinco

Matera: Mittica, Scognamillo, Stendardo, Mattera, Di Lorenzo, Salandria (66' Sartore), Strambelli, Casoli, Battista (60' Maimone), Giovinco, Corado (46' Maciucca). A disposizione: Fortunato, Hysaj, De Franco, Dellino. Allenatore: Auteri

Casertana: Benassi, Finizio, Rainone, Lorenzini, Ferrara (64' Moretta), Carriero, De Marco, D'Anna, Tripicchio, Forte (82' Donnarumma), De Filippo (64' Minale). A disposizione: Avella, Santoro, Visconti. Allenatore: Scazzola

Arbitro: Proietti di Terni. Assistenti: Falco di Bari e Di Benedetto di Siena.

Note: spettatori 2000 circa con 40 ospiti. Ammoniti: Di Lorenzo (M). Angoli: 9-3 per il Matera.

Fotografie di Sandro Veglia, cronaca di Nicola Radogna

Clicca qui per guardare la fotogallery completa di Matera-Casertana

SINTESI – Buona la prima. Con un goal per tempo il Matera batte la Casertana ed accede al turno successivo di Coppa ItaliaOttime indicazioni per mister Auteri in quella che è stata la prima uscita ufficiale della nuova stagione. Padroni di casa che hanno dominato, espresso un buon calcio, creato numerose occasioni da rete e concretizzato con Corado e Giovinco, entrambi neo-acquisti. Matera che adesso se la vedrà con l’Avellino nel secondo turno di coppa.

PREMESSA – Mister Auteri schiera i suoi uomini secondo il suo modulo preferito: 3-4-3. Tra i pali il giovane Mittica. In difesa il terzetto è formato da Stendardo centrale (nuovo capitano), Mattera a sinistra e Scognamillo a destra. Viste le assenze di De Rose ed Armellino (dati in partenza), il tecnico di Florìdia ridisegna il centrocampo con Salandria e Strambelli vertici bassi, a sinistra Casoli ed a destra Di Lorenzo. In avanti inedito tridente con tre neo-acquisti: Corado (proveniente proprio dalla Casertana), Giovinco e Battista. Rispondono gli ospiti allenati da mister Scazzola con una formazione imbottita di giovani. Tra i pali l’esperto Benassi, passato glorioso con numerose squadre di serie A e B. In campo per i rossoblù Rainone, difensore accostato per diverse settimane proprio al Matera.

IL MATERA DI AUTERI – Cambiano gli interpreti ma non cambia il Matera di Auteri. Una squadra che fa della palla a terra il proprio credo. Fin dalle prime battute i biancoazzurri impongono il proprio gioco con una fitta rete di passaggi. Il primo squillo del match porta la firma di Battista al 4′, provvidenziale Benassi che sventa il pericolo con un grande intervento. Il pubblico materano apprezza le trame della squadra di casa. Strambelli con il passare dei minuti prende in mano il gioco e cerca rapidi cambi di fascia per mettere in moto gli esterni. Il numero dieci si rende pericoloso al 12′ con una punizione dai venti metri, palla di poco out. Casertana non pervenuta nelle prime battute. Al 18′ il Matera passa in vantaggio: da calcio d’angolo il colpo di testa di Casoli costringe Benassi ad un super intervento, sul seguente cross l’estremo difensore ospite non può nulla sul tocco di Corado. E’ suo il primo sigillo biancoazzurro della stagione 2017/2018. L’attaccante, sotto la Curva Sud, non esulta avendo giocato per i campani nell’ultima stagione. Gli ospiti prendono coraggio e si affacciano dalle parti di Mittica. Provvidenziale l’intervento del portiere del Matera che salva i suoi dopo una percussione centrale di Carriero. Ancora Strambelli pericoloso al 25′ con un gran tiro dai trenta metri, palla fuori bersaglio di non molto. Il Matera sfiora il raddoppio allo scadere della prima frazione con un gran pallonetto, dall’interno dell’area di rigore, di Giovinco, sfera che colpisce il palo e termina tra le braccia di Benassi.

GIOVINCO LETALE – Nel secondo tempo subito un cambio per il Matera, fuori Corado (per lui una contusione al capo) e dentro Maciucca, mister Auteri passa alla difesa a quattro. Per i biancoazzurri funziona alla perfezione il binario destro, con Strambelli ispirato e Di Lorenzo già in versione locomotiva. Niente da segnalare durante i primi minuti; al quarto d’ora secondo cambio per i padroni di casa: fuori Battista e dentro Maimone. Al 17′ i lucani mettono al sicuro il risultato con un contropiede letale: calcio d’angolo per la Casertana, respinge la difesa, parte Casoli che, giunto a metà campo, lancia Giovinco; l’attaccante ex Casertana è abile e freddo davanti a Benassi e lo infila con un secco rasoterra. Al ventesimo terzo cambio per il Matera: dentro Sartore al posto di Salandria. Sempre dal binario destro Di Lorenzo effettua un bel cross, Giovinco per poco non ci arriva e l’azione sfuma. Occasione ospite alla mezz’ora, sul tiro di Tripicchio smanaccia Mittica. Non succede più nulla fino al termine.

CONCLUSIONE – E’ presto per dare giudizi definitivi. Si è pur sempre a luglio, le squadre risentono della preparazione atletica e le rose a disposizione dei tecnici sono incomplete. Tuttavia si può già osservare l‘impronta di mister Auteri sul gioco del nuovo Matera. Rapidi tocchi, giocatori che si propongono sempre per un passaggio, molto movimento in mezzo al campo e inI calciatori hanno dato al tecnico di Florìdia ottime risposte. Certo, la rosa va puntellata con acquisti mirati di spessore, se l’obiettivo stagionale rimane quello indicato dalla società nel corso della conferenza stampa di fine giugno. Però gli applausi scroscianti piovuti dalle tribune del XXI Settembre Franco Salerno testimoniano che il pubblico materano ha apprezzato quanto fatto fino ad ora. Testa allo stadio Partenio di Avellino adesso, per quello che sarà il secondo turno di Coppa Italia TIM, in programma domenica prossima. Un test sicuramente molto più impegnativo di quello andato in scena questa sera. Auteri avrà un’altra possibilità per continuare a cercare risposte dai suoi uomini.

ASD 1875

ASD 1882

ASD 1890

ASD 1900

ASD 1911

ASD 2001

DSC 3187

DSC 3205

DSC 3217

DSC 3221

DSC 3338

DSC 3348

 

DSC 3358

DSC 3367

DSC 3444

DSC 3479

DSC 3484

DSC 3528

DSC 3529

DSC 3535

DSC 3559

DSC 3579

DSC 3611

DSC 3634

VSD 1965