Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
nicola chiricallo
 Nicola Chiricallo insieme al presidente Salerno

Nicola Chiricallo, barese di nascita e materano d'adozione grazie al Football Club Matera, è stato il primo protagonista della storia biancazzurra a diventare allenatore subito dopo aver concluso la carriera da calciatore al XXI Settembre. Una storia simile a quella di Nando Veneranda, anche per l'epoca in cui è avvenuta: soltanto la breve parentesi di Alfredo Mancinelli divide la gestione tecnica di «Chiri» e «Gringo».

Chiricallo arriva a Matera dal Liberty Bari nell'estate del 1967 al termine di una campagna acquisti sontuosa che vede approdare dalle parti di Via Sicilia anche Quadrello, Carella, Busilacchi e Mayer. Con questi giocatori e la guida tecnica di Salar l'esito del campionato di Serie D è scontato: promozione in Serie C con una giornata di anticipo.
Non è una leggenda metropolitana quella secondo cui al termine del campionato stravinto, Chiricallo si reca a piedi in pellegrinaggio al santuario della Madonna di Picciano, assieme a Quadrello (un gesto ripetuto anche in futuro da molti giocatori, allenatori e dirigenti biancazzurri).

nicola chiricallo giocatore
Chiricallo calciatore

La stagione seguente si conclude con una salvezza tranquilla ma anche con il ritiro per Chiricallo (classe 1933) che decide di chiudere la parentesi da calciatore. Sono bastate due sole stagioni per farlo entrare nel cuore dei tifosi e il Presidente Salerno lo vuole fortissimamente alla guida tecnica della squadra dopo l'addio di Salar. Detto e fatto, Chiricallo comincia l'avventura da mister e si toglie soddisfazioni non meno nobili di quelle raggiunte sul rettangolo di gioco: in tre stagioni un sesto, un settimo e un decimo posto, in una C che vedeva ai nastri di partenza, tra le altre, squadre come Lecce, Pescara, Messina e Salernitana. Un ottimo trampolino di lancio per la sua carriera da tecnico che lo vedrà sulle panchine di Lecce, Salernitana, Benevento, Reggina e molte altre.
Divenuto fedelissimo del Presidente, Chiricallo è chiamato alla guida del Matera anche nel 1982 quando i giovani biancoazzurri avevano bisogno della sua esperienza per battersi al meglio nel campionato di C2.

Ritiratosi completamente dal mondo del calcio nel 1990, Chiricallo muore a settantuno anni durante un'amichevole a Bari nel 2004.
Quella dei Chiricallo è un po' una dinastia per il Matera: oltre a Nicola hanno indossato la maglia del club anche il fratello Giovanni nel Matera Calcio degli Anni Cinquanta, il figlio Marcello giocatore negli Anni Ottanta e allenatore nel 2012-13 e il nipote Onofrio anch'egli protagonista sul rettangolo di gioco negli Anni Ottanta.

Clicca qui per guardare le statistiche di Nicola Chiricallo (come giocatore)

Clicca qui per guardare le statistiche di Nicola Chiricallo (come allenatore)

 

Memorial Salerno

Chiricallo, a destra, insieme a De Lucia ed alla moglie del sen. Salerno durante il Memorial Salerno svoltosi nel 2001