Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Raimondi calciatoreAldo Raimondi, biancazzurro da record. Servirono solo 360 secondi al Matera di Franco Di Benedetto per andare in rete allo stadio «Marassi» di Genova contro i rossoblu genoani. Tanto bastò al centrocampista originario di Vietri sul Mare per mettere a segno il goal con cui è entrato negli annali del calcio biancazzurro e non solo; fu infatti il primo marcatore del campionato di Serie B 1979-80 e persino la popolare trasmissione 90° minuto gli tributò il riconoscimento di primo marcatore in assoluto della stagione (la partita terminò 1 a 1). Di quel memorabile esordio del Matera tra i cadetti vanno ricordati altri due episodi: Raimondi, ingaggiato in extremis dalla società biancazzurra, prima della gara dovette ricorrere in tutta fretta ad un notaio per autenticare un documento e poter scendere in campo. Inoltre, proprio dietro la porta dove il centrocampista siglò la rete del vantaggio, situata sotto la gradinata Nord genoana, si era svolta pochi minuti prima una cerimonia in cui fu interrata la medaglia di bronzo olimpica del 1928 in memoria di una vecchia gloria del calcio genoano e italiano, il portiere Giovanni De Prà, scomparso nel giugno del 1979.

1979-80 genoa-matera

Due istantanee della rete del vantaggio biancazzurro siglata da Raimondi a Marassi

Risale alla stessa annata in Serie B anche l’altra rete messa a segno da Raimondi nella sua carriera in biancazzurro e anche in quel caso fu una segnatura importante. All’«Arena Garibaldi» di Pisa su un traversone di Florio da calcio di punizione, Raimondi colpì la sfera con un preciso colpo di testa che fissò il risultato sull’uno a zero finale. 

Curiosità: entrambe le stagioni in maglia biancazzurra furono sfortunate e si conclusero con la retrocessione (dalla C alla D nel 1974-75 e dalla B alla C1 nel 1979-80).

Clicca qui per visualizzare le statistiche di Raimondi da calciatore del Matera

articolo raimondi articolo raimondi bis

L'articolo e il tabellino della partita tra Pisa e Matera pubblicati lunedì 29 ottobre 1979 su "La Nazione". Il gol di Raimondi al quarto minuto della ripresa decise le sorti del match contro i toscani.


aldo raimondi 1979-80Dopo aver appeso le scarpe al chiodo la strada di Aldo Raimondi si incontrerà nuovamente e in più occasioni con quella del Matera. Nel 1989 assunse per la prima volta l’incarico di allenatore della formazione biancazzurra, succedendo alla nona giornata di campionato ad Angelo Carrano. Il bilancio della sua gestione è positivo ma l’avvio di campionato incerto grava sul bilancio finale della stagione che si concluse con un quinto posto.

Il secondo ritorno in via Sicilia risale alla caotica stagione 1994-95: con il Matera in lotta per la promozione, alla guida tecnica della squadra si alternarono vorticosamente Florimbi, Raimondi, Raffaele e ancora Florimbi. In una situazione così frammentaria è difficile commentare il lavoro del tecnico che comunque diede il suo contributo alla conquista del secondo posto nel difficile campionato di Serie C2.

In un contesto completamente diverso si svolse l'ultima parentesi dell'allenatore sulla panchina del Matera. Nel 2006-07 il tecnico gettò nella mischia i giovani materani Damiano Cappiello, Andrea Tritto, i fratelli Daniele e Fabio Grassani e naturalmente Alberto Marsico, i quali assieme ai vari Pasquale Naglieri, Carlo Montano, Adamo Digno e Canio Potenza (pescati comunque dalle vicinanze) conquistarono un’ottima salvezza. Quella del 2006-07 è l'ultima vera formazione "fatta in casa", che con pochi mezzi e sotto la sapiente guida del tecnico riuscì comunque a divertire il pubblico materano; i 54 goal segnati in campionato, i risultati importanti contro le più forti del girone come il 4-0 rifilato all'Aversa Normanna, il 3-0 al Barletta ed il combattutissimo 2-2 contro il Brindisi restano impressi nei racconti di quella stagione.

Un piccolo capolavoro che testimonia l’abilità di Raimondi a gestire gli under, confermata qualche anno dopo anche nel Varisius Sport, squadra minore materana guidata alla salvezza nel campionato di Promozione.

Clicca qui per guardare la scheda di Raimondi da allenatore del Matera