Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

MATERA: Spilabotte, Sbardella, Bassini, Tundo, Migliaccio, Fernandez, Todino (27'st Letizia), Iannini, Sy (1'st Majella), Lauria, Oliveira (19'st Calori)

A disp: Lombardo, Roselli, Pino, Raveduto, Pagliarini, Ciano, Letizia

All. Cosco

TURRIS: Liccardo, Iovinella, Amendola, Gatta, Allocca, Fissore (21'pt Mannone), Falco (31'st Mansour), Tarascio, Grezio, Moxedano (38'st Longoni), S.Manco

A disp: Sollo, Belfiore, Postorino, Morabito, Sibilli, Perna

All. Castellucci

DSC 0061

La formazione iniziale del Matera (foto Sandro Veglia

Clicca  qui per visualizzare la fotogallery completa di Matera-Turris

CRONACA

Vincere è sempre bello ma ci sono vittorie che, agli occhi di un tifoso, hanno un gusto tutto particolare. Quella ottenuta dal Matera contro la Turris è proprio una di queste perchè arrivata in uno scontro diretto contro una rivale storica, in pieno recupero, su rigore, con al squadra ridotta in 10 per quasi mezzora. Decide un rigore di Lauria al 91', concesso per un fallo del campano Gatta su Rosario Majella, ultimo arrivato in casa biancoazzurra.

DSC 0074

 Il gol di Lauria su calcio di rigore al 91° (foto Sandro Veglia)

Una gara difficile, nervosa tra due squadre annoverate tra le più accreditate pretendenti al salto di categoria e per questo più prudenti e guardinghe. Dopo una lunga fase di studia è il Matera a rendersi pericoloso al 10' con una bella palla di Lauria che Sy non riesce ad agganciare a due passi dal portiere corallino. Al 35' Lauria ci prova dalla distanza ma la conclusione non impensierisce più di tanto Liccardo. La Turris pensa più a coprirsi che ad offendere ed il primo acuto arriva solo al minuto 38 con Tarascio la cui botta viene ribattuta da un compagno di squadra e l'occasione sfuma. Prima dell'intervallo da segnalare solo un colpo di testa di Migliaccio da distanza ravvicinata, Licciardo blocca sicuro.

 

Nella ripresa fuori un deludente Sy, in campo il neo acquisto Majella e la musica cambia. Al 5' Oliveira colpisce di testa su angolo di Lauria, all'8' Iannini serve Oliveira che si incunea in area e calcia di sinistro, colpendo il palo. Tra 16' e 18' gli episodi che hanno seriamente rischiato di compromettere la partita del Matera: Migliaccio si becca due gialli e va anzitempo sotto la doccia. Cosco corre ai ripari mandando in campo Calori al posto di Oliveira ma la Turris cresce e inizia a crederci. Al 24' Moxedano impegna Spilabotte, al 36' Grezio sfiora il vantaggio con una spizzata di testa, al 40' Longoni manda di pochissimo a lato al termine di un'azione di contropiede, al 42' Spilabotte si fa quasi rubare il pallone da Manzo.

VSD 8672

Il fallo da rigore di Gatta su Majella (foto Sandro Veglia)

Quindi, nel primo dei tre minuti di recupero, l'episodio chiave: fallo in area su Majella, rigore calciato alla perfezione da Lauria e Matera avanti. Una vittoria ottenuta con un buon mix di cuore e fortuna anche se c'è tanto lavoro da fare.