Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Puteolana: Despucches, Carezza, Russo, Salvati, D’Ascia, Napolitano, Imbriaco, Visciano, Pastore, De Lucia, Fioretti. A disp: Alcolino, Paesano, Loiacono, Scognamiglio, Carannante, Capuano, Siciliano, Foggia, Cimmino. All. Potenza

Matera: Spilabotte, Bassini, Fernandez, Migliaccio, Sbardella, Iannini, Giorgino, Raveduto, Lauria, Oliveira, Majella. A disp: Lombardo, Calori, Girardi, Di Gennaro, Roselli, Ciano, Orlando, Tundo, Todino. All. Cosco. 

DSC 2454

(foto di Angelo Greco)

E' una sconfitta cocente, la prima del campionato, quella rimediata dall'undici materano a Pozzuoli, sul campo della penultima in classifica Puteolana. L'undici di Cosco, dopo essere passata in vantaggio grazie ad un gol del solito Lauria, e dopo essersi ritrovato in superiorità numerica al termine del primo tempo, sciupa tutto e si lascia rimontare dall'avversario, sicuramente inferiore sulla carta ma molto più cattivo e determinato.

DSC 2473Pronti via ed è subito il Matera a cercare di fare la partita, con i granata pronti a sfruttare le ripartenze. Il predominio territoriale lucano risulta sterile, e nei primi 20 minuti non vi sono azioni degne di nota da ambo le parti. Al 20' la prima azione pericolosa è ad opera di Raveduto: l'under, già in gol nella scorsa partita contro il San Severo, con un tiro insidioso per poco non beffa Despucches. Col passare del tempo la Puteolana prende coraggio ed inizia a costruire trame interessanti; da segnalare al 35' il tiro di Pastore facilmente bloccato da Spilabotte. Due minuti più tardi è Majella, ottimamente servito da Raveduto, a sfiorare il gol con un'incornata. Si vola direttamente al 45'. Finale di primo tempo che rischia seriamente di porre in discesa la strada per i biancazzurri. Infatti, a tempo scaduto, prima Lauria, ottimamente servito da Oliveira, porta in vantaggio il Matera con un colpo di testa a conclusione di un'azione corale. In seguito, al 47', doppio giallo per il campano Napolitano che lascia la Puteolana in dieci uomini.

DSC 2555Squadre che si recano negli spogliatoi, e partita "quasi" da archiviare. "Quasi" perchè si sa, la palla è rotonda e spesso il Dio del calcio si diverte a capovolgere le sorti dell'incontro, anche quando la differenza di valori tra le squadre è abissale. Così capita di assistere al riscatto dei granata penultimi in classifica. Nel giro di 20 minuti i campani prima si procurano un rigore al 5', fallito da Pastore, successivamente pareggiano 12' con Visciano, abile a beffare la difesa materana a seguito di un calcio d'angolo e ad interrompere l'imbattibilità di Spilabotte che andava avanti da 512 minuti; infine, al 18', completano la rimonta con Loiacono. Matera sotto di un gol ed in superiorità numerica.  Cosco prova a scuotere i suoi inserendo Di Gennaro e Girardi al posto di Majella e Oliveira, ma nel secondo tempo incredibilmente il pallino del gioco rimane nelle mani della Puteolana. Degna di nota solo una conclusione di Girardi, respinta dall'estremo campano Despucches, ed un'occasione in mischia allo scadere.

La sesta giornata vede, a sorpresa, la prima sconfitta del Matera ad opera di un avversario modesto, sulla carta di gran lunga inferiore. Nessuna attenuante per mister Cosco e la sua truppa. Non giustificabile è il rientro in campo dopo la fine del primo tempo già convinti di aver fatto della Puteolana un sol boccone. Questo non è sicuramente un attegiamento da grande squadra, che vuol far suo il campionato. 

Nicola Radogna

foto di Angelo Greco