Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Puteolana logo TRADIZIONE - Internapoli e Puteolana sono due nomi storici del calcio campano la cui storia si è intrecciata a più riprese. Il primo club, pur non avendo mai raggiunto la Serie B, ha disputato vari campionati di Serie C ad alto livello e sopratutto è stato fucina di diversi giocatori affermatisi sui palcoscenici più importanti del calcio italiano tra cui Giorgio Chinaglia e Giuseppe Wilson. La Puteolana, dal canto suo, vanta una fondazione che risale al 1902 e che assorbe in parte le vicende del "Campania", formazione storica del rione Ponticelli di Napoli, con cui unì le forze dando vita alla Campania-Puteolana. Rimasta senza calcio a causa di un fallimento, nel 2009 la città di Pozzuoli accoglie l'Internapoli dando vita alla realtà con la denominazione attuale.

 LA FORMAZIONE - Domenica scorsa la Puteolana ha ottenuto la prima vittoria dopo un avvio di campionato deludente. La squadra allenata da Vincenzo Potenza ha raccolto fino a questo momento tre sconfitte, un pareggio e, appunto, la vittoria di domenica a Vallo della Lucania contro il Gelbison. Nonostante questo però, la classifica vede i granata ancora a due punti per colpa della zavorra delle penalizzazioni per violazione del codice di giustizia sportiva.
Al Conte i granata dovrebbero scendere in campo con una formazione zeppa di under a supporto di elementi di esperienza come Massimiliano Russo, ex Marcianise, e l'attaccante navigato Pietro Pastore con un bottino di oltre 60 reti in Serie D. L'allenatore puteolano dovrà però rinunciare al giocatore più rappresentativo del club granata: il talentuoso centrocampista Manco, con una lunga militanza in Lega Pro Prima Divisione con Maricanise, Sorrento e Andria, squalificato per tre giornate dal giudice sportivo.
Curiosità: tra i pali della Puteolana giocherà il portiere Pasquale Despucches, estremo difensore del Pianura nel 2009-10. I tifosi biancoazzurri lo ricordano bene per essere stato trafitto da De Vecchis al terzo minuto di recupero della finale play-off che regalò al Matera la promozione in Lega Pro Seconda Divisione.

clicca qui per visualizzare i precedenti con l'Internapoli
clicca qui per visualizzare i precedenti con la Puteolana

SUGLI SPALTI - Attualmente allo stadio "Conte" di Pozzuoli sono presenti il gruppo Ultras Pozzuoli 2000 e altre entità come Nucleo, Old Fighters e Cuore Granata 1988, eredi di vari gruppi sorti negli Anni Novanta come Viking, Ultras Granata, Gruppo Chietti e altre sigle minori. Questo a testimonianza di una buona tradizione che non è facile trovare in altre realtà nei dintorni di Napoli, dove molti appassionati la domenica preferiscono fare qualche km in direzione Stadio San Paolo. Le rivali della Puteolana sono Foggia, Casertana e Giugliano.
Parlando della tifoseria granata è impossibile non ripensare a quello che è accaduto l'anno scorso a Matera, dove i puteolani appena scesi dal loro autobus hanno iniziato a insultare i materani e provocato la reazione dei padroni di casa sfociata nelle conseguenze legali che tutti ricordiamo.

Francesco Salerno