Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rubrica a cura di Francesco Salerno e Fabio Venezia

torre del greco logoDomenica allo stadio <<Liguori>> di Torre del Greco va in scena il big match della diciannovesima giornata. In campo si affrontano le due migliori difese del girone con il Matera che al momento detiene l'invidiabile primato e la Turris sul secondo gradino del podio. Infatti, la porta biancoazzurra è stata violata solo quindici volte, quella biancorossa solo in sedici occasioni.  Le due formazioni inoltre, assieme al Marcianise, al Brindisi e al Taranto, sono le squadre meno battute del raggruppamento con quattro sconfitte.
Queste informazioni lasciano pensare a un altro incontro combattuto e molto tattico come quello di sette giorni fa contro il Bisceglie, ma se contro la squadra di Favarin ai lucani è bastata una prestazione ordinata e compatta, contro la squadra di Pensabene ci vorranno gli straordinari per portare a casa un risultato positivo. I corallini infatti provengono da sei risultati positivi consecutivi e al momento il <<Liguori>> sembra una fortezza dove dall'inizio della stagione solo il Francavilla è riuscito a imporsi e a portare a casa i tre punti.
Inoltre il Matera, lontano dal <<XXI Settembre-Franco Salerno>>, pare incapace di fare bottino pieno: l'ultima (e unica dall'inizio del campionato) vittoria esterna dei biancoazzurri risale al 20 ottobre, risultato uno a zero sul Gladiator, poi è arrivato il mal di trasferta che ha fatto perdere per strada punti importanti, basti pensare al deludente pareggio col Real Metapontino e alla sconfitta col Mariano Keller che è costata il posto a Toma.

Clicca qui per visualizzare i precedenti tra Matera e Turris

La Turris di Andrea Pensabene (l’anno scorso a Messina, nel 2011 vincitore del campionato a Eboli), tecnico navigato subentrato a Novembre all’esonerato Castellucci, arriva al big match contro il Matera senza due pedine fondamentali. Nella gara di domenica scorsa a Vallo della Lucania, infatti, sono stati espulsi i due centrocampisti di maggior talento della rosa corallina: Sasà Sibilli, 38enne ex Sibilla, Pianura, Sorrento, Juve Stabia e Campobasso, e l’under del ’94 Matteo Bisogno, già in gol due volte sinora, prelevato in estate dalla Torres. Espulsioni che hanno mandato su tutte le furie il patron torrese Mario Moxedano (come si evince dalla lettera inviata agli organi di stampa). Due assenze pesantissime, centrocampo da reinventare.
Tra i pali il ’95 Liccardo, promettentissimo portiere schierato titolare in settimana nella Rappresentativa di Serie D.
Difesa a quattro con Accardo o Postorino a destra, il ’95 Morabito a sinistra, Giuseppe Allocca (ex Pianura e Bacoli) e Vittorio De Carlo (ritornato a Torre del Greco dopo aver vestito le maglie di Torres e Terracina) al centro.
In mezzo al campo Pensabene dovrebbe gettare nella mischia l’esperto Corsale, impiegato solamente due volte quest’anno, assieme all’ex Sora Luigi Lucchese e ad Amendola, under classe 1994.
In attacco i punti fermi sono Raffaele Moxedano (25 gol tra il 2008 ed il 2010 con la maglia del Neapolis Mugnano) e Orazio Grezio. In pole per una maglia da titolare il francese Lacheheb ed il giovanissimo Amato.

turris

La Turris scesa in campo a Matera nella partita di andata