Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Turris: Liccardo, Lucchese, Allocca, Iovinella, Mannone, Corsale (dal 65' Cortese), Amendola, Manzo, Mansour (dal 73' Scognamiglio), Grezio, Moxedano (dall'84' Lacheheb). All. Pensabene.

Matera: Bifulco, Pino (dal 90' Sbardella), Bassini, Marsili, De Franco, Calori, Orlando (dal 64' Tundo), Iannini, Picci, Girardi (dal 59' Carretta), Pagliarini. All. Cosco.

Arbitro: Provesi di Treviglio. Assistenti: Assante e Vona di Frosinone.

Rete: al 71' Marsili

Note: cielo nuvoloso. Spettatori 1200 (materani 100 circa)

Cronaca a cura di Nicola Radogna

Clicca qui per visualizzare il video di Turris-Matera

FINALMENTE! Matera sbanca Torre del Greco con una prestazione convincente e arriva ad un solo punto dalla capolista Marcianise. I biancazzurri, guidati da mister Cosco, sembrano aver trovato solidità nei reparti, con una difesa super, quasi mai in affanno, al cospetto di un avversario blasonato come la Turris, seconda in classifica. Gioco non spettacolare ma concreto quello messo in atto dalla squadra di mister Cosco. Difesa rocciosa e centrocampo arcigno. Bifulco ancora una volta decisivo in ben due circostanze nella stessa azione, e come successo contro il Bisceglie consente ai lucani di tornare a casa con l'intera posta in palio. Al termine della gara l'impressione è che il Matera abbia meritato il risultato. La vittoria assume ancora più importanza se si considera che è stata ottenuta in un campo ostico, come quello di Torre del Greco, contro una squadra che, a dir la verità, ha dovuto fare a meno dei due pilastri di centrocampo come Sibilli e Bisogno. Prestazione convincente, si diceva, e vittoria ottenuta grazie ad un calcio piazzato di Marsili al 28' del secondo tempo.
Biancazzurri che lanciano un chiaro segnale al campionato, con una ritrovata compattezza ed uno spirito battagliero che mai si era visto quest'anno tra le fila biancazzurre.

La partenza, tuttavia, è stata tutta a favore dei corallini. La Turris spinge e il Matera si difende con ordine. L'uomo più pericoloso per i campani è Moxedano; al 13' un suo tiro sibila alla destra di Bifulco. Sempre il capitano corallino ci prova, al 29', direttamente da calcio d'angolo, Bifulco tira un sospiro di sollievo nel vedere la palla uscire. Materani che pian piano iniziano a macinare gioco e ad impensierire la retroguardia campana, assumendo un attegiamento autoritario. Le varie situazioni di pericolo costruite in area campana si concretizzano con l'unica vera palla goal del primo tempo, capitata sui piedi di capitan Iannini che da 30 metri fa esplodere un destro che il portiere Liccardo devìa a fatica in angolo. Il tiro cross di Orlando al 44' non impensierisce più di tanto l'estremo difensore corallino. Primo tempo che si chiude a reti inviolate.

Nella ripresa il Matera parte col piede giusto, conquista il centrocampo e si fa vedere costantemente in area campana. Al 7', tuttavia, i biancazzurri rischiano di capitolare, su un contropiede solitario di Grazio che si vede respingere la sua conclusione da un super Bifulco. Al 14' primo cambio nelle fila del Matera: fuori Girardi dentro Carretta. Al 18' Pagliarini rischia di trovare un goal fortunoso con una conclusione da 20 metri deviata dalla difesa corallina, il portiere Liccardo si rifugia a fatica in angolo. Cosco decide di rinfoltire il centrocampo, sostituendo Orlando con il giovane Tundo, il quale risulterà decisivo. Al 28' l'episodio che cambia il match: Tundo, neo-entrato, conquista una punizione preziosissima da posizione centrale, a 20 metri dalla porta. Sulla palla si presenta il neo-acquisto Marsili che, con una traiettoria perfetta, infila il pallone sotto il sette alla sinistra del portiere corallino. Esplodono di gioia i circa 100 materani accorsi al Liguori per sostenere la propria squadra. Da qui in avanti il Matera è bravo a chiudersi in difesa e, di consueguenza, la fase offensiva campana risulta sterile. L'unica vera occasione da goal di marca corallina arriva al 45' con un cross che sorprende Bifulco e anche Lucchese, che non ne approfitta sparando alto. Dopo 4 minuti di recupero finisce il match.

Matera che si aggiudica l'intera posta in palio e si avvicina ad una sola lunghezza dal Marcianise, sconfitto sul campo del Real Vico per 2 a 1. Secondo posto per i biancazzurri insieme al Taranto, vittorioso sul campo di San Giorgio a Cremano per 5-1. Turno favorevole ai biancazzurri materani, visto anche il pareggio del Brindisi, 2-2 in casa contro il Gelbison, e la sconfitta del Monopoli per 3-1 contro il Bisceglie. Il Francavilla si aggiudica il derby lucano, battendo per 2-1 il Real Metapontino. Sinnici che stazionano al terzo posto a quota 32. Sugli altri campi, pareggio tra Puteolana e Grottaglie e vittoria del San Severo sul Gladiator.

 

Risultati 20ª giornata

Brindisi-Gelbison 2-2
Turris-Matera 0-1
Real Vico-Marcianise 2-1
Francavilla-Real Metapontino 2-1
San Severo-Gladiator 2-0
Bisceglie-Monopoli 3-1
Puteolana-Grottaglie 1-1
Mariano Keller-Taranto 1-5
Riposa: Manfredonia

Classifica aggiornata
Marcianise 34
Matera - Taranto 33
Francavilla - Turris - Brindisi 32
Monospolis 31
Bisceglie - Manfredonia 26
Gelbison - Mariano Keller 25
Real Vico 22
San Severo 20
Puteolana 18
Real Metapontino - Gladiator - Grottaglie 15