Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rubrica a cura di Francesco Salerno e Fabio Venezia

monopoli logoIL CAMPIONATO - Quello che tutti sperano è che la debacle con il Francavilla sia stato solo un neo nel girone di ritorno quasi perfetto del Matera targato Cosco bis. Da questo punto di vista la partita con il Monopoli sarà un test probante e che potrà togliere qualsiasi dubbio sulle effettive possibilità della squadra di difendere la testa della classifica dagli assalti delle inseguitrici, Taranto in primis.
La squadra biancoverde dal canto suo è reduce da tre risultati utili consecutivi e un cammino, nel girone di ritorno, che ha consentito alla formazione di De Luca di portarsi a soli due punti dalla vetta. Sette vittorie in dieci partite rendono l'idea del potenziale di una squadra a cui non mancheranno neanche le motivazioni visto che nella passata stagione il suo cammino dei play-off si interruppe proprio a Matera.
Da segnalare anche che il Monopoli vanta il terzo migliore attacco del campionato e la quarta miglior difesa.
I gabbiani non rappresentano comunque un ostacolo insormontabile e in un girone di ritorno da incorniciare, hanno comunque sofferto nelle gare più sentite: contro le rivali Bisceglie e Brindisi sono arrivate due sonore sconfitte per 1 a 3 e 0 a 4 che hanno amareggiato non poco i sostenitori monopolitani. Il vero punto di forza sembrano essere infatti le sfide casalinghe: tra le mura amiche tutti si sono arresi tranne Matera e Real Metapontino che hanno ottenuto un pareggio.
Sarà comunque una partita difficile: proprio nella gara di andata, disputata allo stadio <<Veneziani>>, Laboragine e compagni diedero prova di carattere oltre che di organizzazione tattica, riacciuffando il pareggio al secondo minuto di recupero. Due pesanti punti persi in modo ingenuo per il Matera più che un punto guadagnato, viste le due reti di vantaggio allo scadere del primo tempo (gol di Girardi e Pagliarini). Questo non può che aggiungere motivazioni ai biancazzurri che devono far dimenticare in fretta ai tifosi la disfatta di domenica scorsa e possibilmente non arrivare alla sfida di Taranto con un gap nei confronti degli jonici.

LA TERNA - La partita di domenica sarà diretta dal Signor Andrea Mei di Pesaro coadiuvato dagli Assistenti Gianluca Farina di Campobasso e Giovanni Mascilongo di Termoli.

LA SQUADRA - Tra i pali l'ottimo Alessandro Mirarco, under nato nel 1995 che l'anno scorso tanto bene ha fatto con la maglia del Nardò.
A destra l'esterno basso scuola Bari Vincenzo Lacriola, classe 1994, dalla parte opposta Colella, nato anch'egli nel settore giovanile biancorosso. Al centro della retroguardia De Luca dovrebbe optare per l'esperienza di Pasquale Esposito, prelevato a stagione in corso dalla Battipagliese, e di Marco Amato.
In mezzo al campo la classe di Cosimo Damiano Laboragine, tre gol finora in stagione, e di Michele Lanzillotta, che ha segnato sei reti. Lungo l'out di destra dovrebbe agire l'esterno d'attacco Nicholas Bensaja, classe 1995 arrivato nel mercato di Novembre dal Sulmona, mentre a sinistra occhio all'imprevedibilità di Antonio Dimatera, che ha iniziato il campionato a San Severo.
Attacco di tutto rispetto con Saverio Pedalino, prelevato a Dicembre e capace di segnare quattro gol in otto gare, Daniel Anibal Montaldi, che di gol ne ha messi a segno dieci, e Vincenzo Corvino, ex Nardò, a quota otto nella speciali classifica marcatori.

2013-11-10 14.56.28 I numerosi tifosi del Matera presenti a Monopoli nella gara di andata