Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Marcianise: Imbimbo, Corduas, Posillipo (dal 29′ st Conte), Pagano, Ciano, Temponi, Vitiello (dal 42′ st Tenneriello), Gerardi, Verdone, Citro, Iadaresta (dal 23′ st Allegretta)
A disp.: Navarra, Rossetti, D’Anna, Viola, Iuliano, Di Ronza
All.: Foglia Manzillo

Matera: Bifulco, Pino, De Franco, Fernandez, Sbardella, Pagliarini, Iannini, Roselli, Varsi (dal 18′ st Colucci), Letizia (dal 37′ st Marsili), Picci (dal 25′ st Carretta)
A disp.: Aprea, Calori, Barretta, Bassini, Titone, Dos Santos
All.: Cosco

Arbitro: Luca Massimi di Termoli. Assistenti Andrea Ragnacci di Gubbio e Matteo Biviglia di Foligno.

Rete: Pagliarini al 21'

Note: spettatori 1300 circa, di cui 500 materani. Espulsi: al 42′ st Ciano (MAR) e Pagliarini (MT) per scorrettezze. Al 47′ st Allegretta (MAR) per una gomitata ai danni di Marsili. Ammoniti: Fernandez, Pino, Letizia (MT) e Temponi, Verdone (MAR).

(cronaca di Massimo Abbatino)

Matera piega Marcianise e si rimette in marcia per agganciare il Taranto. Un gol di Pagliarini basta agli uomini di Cosco per portare a casa tre punti meritati.

La gara è subito aperta dai padroni di casa con Citro che prova a bucare la difesa materana, ma il suo tentativo viene fermato in calcio d’angolo. Poi è Iadaresta che prova a impensierire Bifulco al 9’, ma la palla sfila alta sulla traversa. I biancazzurri provano a farsi sentire con Iannini prima (12’) e Letizia poi: il napoletano in gran forma prova a beffare Imbimbo con un pallonetto, sfiorando la rete. Per il gol è questione di attimi: arriva al 21’ con l’under Pagliarini. Una palla messa in area da Varsi viene respinta dalla difesa e il baby biancazzurro riesce a infilare Imbimbo. Delirio dei cinquecento materani presenti sugli spalti. Le due squadre si sfidano poi a viso aperto per tutta la gara, e il Matera si vede annullare un gol a Iannini: incursione solitaria del regista biancazzurro che però si vede clamorosamente fischiare un fuorigioco dal guardalinee. La posta in palio è alta e il finale è infuocato: espulsi Pagliarini e Ciano che si innervosiscono, poi tocca ad Allegretti la doccia anticipata lasciando il Marcianise in nove. Finisce con l’unico risultato che il Matera doveva portare a casa: tre punti e testa già al Real Metapontino, che arriverà a Matera forte dei tre punti conquistati con la squadra più ostica di questo campionato, la Gelbison.

Dagli altri campi arrivano i risultati del Taranto che batte il Francavilla per 2-1 e di una Turris che ora fa paura, dopo aver battuto anche il Brindisi ed aver agganciato il Matera a pari punti, quota 55. Domenica il Taranto riposa e c’è l’occasione di agganciarlo a quota 58. Occasione che gli uomini di Cosco non possono lasciarsi scappare per realizzare il sogno Lega Pro.

Classifica:

Taranto 58 *
Matera 55
Turris 55
Marcianise 54 *
Monospolis 50
Francavilla 49 *
Brindisi 48
Gelbison 39
Bisceglie 37
San Severo 34
Manfredonia 34
Real Vico 32
M. Keller 32
R. Metapontino 29
Puteolana 26
Grottaglie 25
Gladiator 24

* una partita in più

Prossimo turno 32^ giornata:

Grottaglie - Mariano Keller
Francavilla - Brindisi
Gelbison - Real Vico
Matera - Real Metapontino
Monospolis - Marcianise
Puteolana - Bisceglie
San Severo - Turris
Gladiator - Manfredonia

RIPOSA: Taranto

sciarpata

La sciarpata dei 500 materani presenti a Marcianise. Fonte: Web