Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rubrica a cura di Francesco Salerno Fabio Venezia

download
LA STORIA - L'attuale sodalizio della Lupa Roma nasce solo tre anni fa con l'intento di restituire alla capitale una terza squadra di calcio dopo la scomparsa della Lodigiani e dell'Atletico Roma. Tuttavia la storia della Lupa nasce molto prima in quanto fino al 2013 il club ha avuto base a Frascati, centro in cui ha disputato diversi campionati di Serie D e Serie C negli anni settanta prima di cambiare diverse volte denominazione a causa di fusioni e trasferimenti di titoli sportivi.
La stagione appena conclusa ha sancito il ritorno nei professionisti a distanza di trentaquattro anni dall'ultima apparizione.
Nel campionato 2013-14, nel non irresistibile girone G della serie D, i capitolini hanno raccolto ben ventidue vittorie e quattro pareggi, piegando le ambizioni delle principali contendenti Terracina e San Cesareo che hanno dovuto arrendersi alla formazione di Alessandro Cucciari, ex centrocampista di Roma, Verona e Sampdoria, attualmente sulla panchina della Lupa.
Nella prima gara di poule scudetto, nell'impianto di Fiumicino dove disputa le partite casalinghe, ha piegato a sorpresa il Savoia grazie alle reti di Tajarol e Capodaglio eliminando i bianchi dalla competizione tricolore. In virtù di questo risultato la partita col Matera risulterà decisiva per il passaggio alle semifinali.

LA SQUADRA - Tra i pali il titolare in campionato è stato il '95 Lorenzo Di Loreti, difficile che mister Cucciari gli preferisca il coetaneo Di Filippo. 
In difesa spicca il nome di Diamoutene, in A e B con Perugia, Lecce, Roma e Pescara. Da segnalare anche Matteo Campobasso e Dario Bova, ex Cesena in B e Lucchese, Melfi e Aversa in C. Per il ruolo di terzino destro dovrebbe giocare il '94 Pasqualoni che dovrebbe vincere il ballottaggio con Forti mentre a sinistra ci sarà il '94 Celli.
In mezzo al campo Paolo Capodaglio, in C a Teramo, Fano e Pagani, dovrebbe far coppia con il temibile Davide Raffaello, in gol otto volte in campionato. Partiranno probabilmente dalla panchina Tiziano Luciani e Daniele Crescenzo, arrivato a stagione in corso dal Santa Maria delle Mole. Lungo l'out di destra l'italo-canedese David Masciantonio, classe 1981 che può vantare convocazioni nella Rappresentativa di Serie C nel 2001/2002 e cinque presenze impreziosite da tre gol nell'Under 23 del Canada. A sinistra Marco Neri, nove gol in venticinque apparizioni, si gioca una maglia da titolare con Giampietro Perrulli, ex Ascoli in A e Vicenza in B. In organico anche Gianluca Metta, nella passata stagione a Matera (una sola presenza in biancoazzurro).
In avanti fari puntati sul bomber Emanuele Morini, quindici volte a segno, e su Stefano Tajarol, tredici reti in ventinove partite. Da segnalare anche l'argentino Nicolas Hernan Chiesa, ex Brindisi, Grottaglie, Pisa e Martina, il connazionale Leccese ed il '91 Faccini.

SUGLI SPALTI - Contrariamente a quanto accadeva con le passate sorelle minori della capitale, Atletico Roma e sopratutto Lodigiani, non esistono tifosi organizzati della Lupa Roma. Lo stesso vessillo del club, rappresentante contemporaneamente gli emblemi e i colori della Roma e della Lazio, rende difficile immaginare che possano esserci Ultras a sostegno di una realtà così ambigua sotto questo aspetto.