Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

A cura di Francesco Salerno, Fabio Venezia e Nicola Salerno

logo messinaGLI AVVERSARI - Il Messina arriva all'incontro di sabato sulle ali dell'entusiasmo scatenatosi dopo la prestigiosa vittoria nel derby dello Stretto, in casa della Reggina. Un successo che ha riacceso l'entusiasmo della piazza dopo un inizio non certo brillante: sconfitta di misura a Barletta all'esordio e pari interno per 2-2 contro la Lupa Roma. La società del patron Pietro Lo Monaco, che si è guadagnata l'accesso alla Lega Pro unica vincendo nella passata stagione il girone B di Seconda Divisione, ha riconfermato in panchina Gianluca Grassadonia, ex calciatore di Salernitana e Cagliari tra le altre, subentrato all'esonerato Catalano nel Dicembre 2013.

Il tecnico peloritano è solito schierare i suoi con il 3-5-2. Tra i pali il titolare è Ettore Lagomarsini, classe '93 scuola Genoa che l'anno scorso ha vestito la maglia giallorossa in trenta occasioni. Il dodicesimo è l'ex Potenza Rino Iuliano.

In difesa il 30enne Mirco Stefani, prelevato dal Real Vicenza ed in passato a Frosinone, Cremona e Reggio Emilia, Errico Altobello, tredici presenze in B con il Bari tra il 2012 ed il gennaio 2014, il 21enne Luigi Silvestri, cresciuto nel vivaio del Palermo, Enrico Pepe e Marco Cane, l'anno scorso ventisette gettoni a Barletta.

Lungo la corsia di destra Alex Benvenga, 23 anni ex Pisa e Como, mentre a sinistra spazio a Daniele Donnarumma, 28 presenze a Como nelle ultime due stagioni. In mezzo al campo occhio a Loris Damonte che a Varese, in 3 anni di B, ha collezionato quasi settanta presenze con quattro gol all'attivo. Al suo fianco Grassadonia dovrebbe optare per Elio Nigro, avversario del Matera due anni fa con l'Ischia ed in gol contro la Lupa Roma, e per il riconfermato Rosario Bucolo.

In attacco spazio all'ultimo arrivato Luca Orlando, match winner al Granillo, e Sasa Bjelanovic, esperta punta croata di 35 anni che in Italia ha vestito, tra le altre, le maglie di Chievo, Genoa, Lecce, Ascoli, Torino, Vicenza e Verona. Completano il reparto avanzato il quarantenne Giorgio Corona, Vincenzo Pepe ed il venezuelano Paez.

LO STADIO Lo stadio comunale San Filippo è la casa del Messina e sarà teatro del prossimo incontro in trasferta del Matera. Con la sua potenziale capacità di 40.200 posti è il secondo impianto della Lega Pro dopo il Via del Mare di Lecce. Con la caduta del F.C. Messina Peloro nelle categorie inferiori, avvenuta nel 2008, la disponibilità di posti è stata ridotta a poco meno di 7.000.

L’inaugurazione dello stadio risale al 2004 quando la squadra è stata promossa in Serie A quarant’anni dopo l’ultima apparizione in massima serie. A partire dal 2004 quindi, è andato “in pensione” il vetusto Giovanni Celeste, in cui attualmente disputa le proprie gare casalinghe il Città di Messina, secondo club cittadino che milita in Eccellenza siciliana dopo la retrocessione dalla Serie D nella passata stagione.

Sul piano strutturale il San Filippo è suddiviso in 5 settori: tre tribune, la Curva Sud e il Settore Ospiti. Ha ospitato le gare casalinghe dei peloritani nei campionati di Serie A dal 2003 al 2007 e di Serie B 2007-08, oltre che un’amichevole della Nazionale maggiore contro la Finlandia il 17 novembre 2004.

A causa di una lunga serie di inadempienze, la partita casalinga del Messina contro la Lupa Roma della stagione in corso, che doveva inizialmente disputarsi a porte chiuse, è stata accessibile solo agli abbonati.

I PRECEDENTI - di seguito sono elencati i tabellini completi di tutti i precedenti di campionato disputati in trasferta contro il Messina.

Stagione 1968-69Campionato di Serie C - 12ª giornata – 1.12.1968

Messina – Matera 3-0

Messina: Violo, Valerio, Benatti, Gori, Cavazza, Venturelli, La Rosa, Zapparoli, Sassaroli, Bonetti, Luppi. All. Todeschini

Matera: Quadrello, Rosa, Gambi, Demenia, Giannattasio, Buccione, Busilacchi, Bertoia, Galati, Castelletti, Bini. All. Salar

Marcatori: 9' Giannattasio (aut.), 52' Luppi, 56' La Rosa

Stagione 1969-70Campionato di Serie C - 17ª giornata – 11.1.1970

Messina – Matera 0-0

Messina: Violo, Contadini, Valerio, Benfatto, Metallo, Gori, Sassaroli, Gonella, Aldi (69' Arbitrio), Bonetti, Luppi. All. Colomban

Matera: Bertonelli, Vecchi, Gambi, Giannattasio, Loprieno, Mayer, Veneranda, Galati (72' Jancarelli), Buccione, Busilacchi, Picat Re. All. Chiricallo

1970-71 messina-matera
Campionato 1970-71: l'attaccante peloritano Taccetti a tu per tu con Bertonelli. Fonte: La Gazzetta del Sud

Stagione 1970-71Campionato di Serie C - 20ª giornata – 31.1.1971

Messina – Matera 0-0

Messina: Cinelli, Giacomin, Rossi, Bonetti, Metallo, Lo Bosco, Fazzi, De Maria (64' Stellone), Veneri, Polizzo, Taccetti. All. Colomban

Matera: Bertonelli, Giannattasio, Gambi, Buccione, Loprieno, Mayer, Carella, Cantagalli (62' D'Addosio), Toffanin, Veneranda, Jancarelli. All. Chiricallo

Stagione 1971-72Campionato di Serie C - 14ª giornata – 12.12.1971

Messina – Matera 1-0

Messina: Cinelli, Lo Bosco, De Maria, Aragoncelli, Metallo (67' Crimi), Cioncolini, Di Giusto, Zimolo, Corucci, Polizzo, Morosini. All. Massei

Matera: Bertonelli, Codraro, Gambi, Buccione, Loprieno, Mayer, Todaro, Galati, Giannotti, Veneranda, Campagna. All. Chiricallo

Marcatori: 56' Corucci

Stagione 1972-73Campionato di Serie C - 33ª giornata – 13.5.1973

Messina – Matera 1-0

Messina: Nastasi, Ballariano, Lo Bosco, Soldo, Metallo, Cioncolini, Ferrara, Pittofrati, Zimolo, De Maria (74' Aragoncelli), Di Giusto. All. Zanotti

Matera: Bertonelli, Gambini, Germinario, Galati, Loprieno, Monaldi, Chimenti, Mazzei, Toffanin, Veneranda, Michesi. All. Mancinelli

Antezza 2
Campionato 1974-75: Tramelli protegge l'uscita di Antezza dall'attacco di Picat Re, all'epoca attaccante del Messina.

Marcatori: 34' rig. Pittofrati

 

Stagione 1974-75Campionato di Serie C - 2ª giornata – 22.9.1974

Messina – Matera 4-1

Messina: Lorenzetti, Lo Bosco, Onor, Hellies, Lissi (53' Lo Monaco), Lodrini, Tripepi, Gagliardi, Castronovo, Caremi, Picat Re. All. Scoglio

Matera: Casiraghi (46' Antezza), Tramelli, Vellani, Angelino, Mamilovich, Monaldi, Rota, Galati, Toffanin, Gambini, Mazzei (46' Chisena). All. Salar

Marcatori: 12' Castronovo (Me), 32' Castronovo (Me), 46' rig. Castronovo (Me), 60' Chisena (Mt), 82' Tripepi (Me)

 

Stagione 1976-77Campionato di Serie C - 32ª giornata – 24.4.1977

Messina – Matera 1-2

Messina: Dal Bello, Maglio, Vailati, Zabotto, Favero, Polizzo, Bianchi (46' Agosti), Sartori, Tivelli, Jovenittini, Garganico. All. Brach

Matera: Casiraghi, Generoso, De Canio, Zurlini, Petruzzelli, Angelino, Picat Re (80' Leonardis), Gambini, Sassanelli, Righi, Chimenti. All. Zurlini

Marcatori: 42' Picat Re (Mt), 51' rig. Garganico (Me), 68' Chimenti (Mt)

 

Stagione 1981-82Campionato di Serie C2 - 22ª giornata – 21.2.1982

1981-82 messina-matera
Campionato 1981-82: il gol del raddoppio messinese, successivamente reso vano dal G.S. che assegnò la vittoria a tavolino al Matera: Fonte: La Gazzetta del Sud.

 

Messina – Matera 0-2 (a tavolino)

Messina: Anellino, Longo, Maglio, Massaro, Colaprete, Napoli, Mondello, Lenoci, Marescalco, Jannucci, Alivernini. All. Bonetti

Matera: Casiraghi, Pierobon, Melis, De Pasquale, Rossi, Angelino, Lupini (71' Piochi), Arzeni, Pavese, Gambini (5' Trezza), Tomba. All. Chiricallo

Marcatori: 49' Alivernini (Me), 74' Marescalco (Me)

Note: Gambini, colpito da una pietra lanciata dalle tribune, abbandonava il campo al 5' del primo tempo. Il Giudice Sportivo decretava la vittoria a tavolino per il Matera.