Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

DSC 0027Ischia - Matera 1-2
Reti: 25' st Letizia (M), 35' st Infantino Rig (I), 46' st Diop (M)

Ischia: Giordano, Finizio, Impagliazzo, Sirignano, Armeno, Bulevardi, Massimo, Chiavazzo, Millesi, Infantino, Ciotola
A disp.: Mennella, Formato, Bassini, Verachi, Gerevini, Alvino, Schetter
All.: Maurizi

Matera: Bifulco, D’Aiello, Faisca, Mucciante, Bernardi, Coletti, Iannini, Mazzarani, Carretta, Letizia, Madonia
A disp.: Russo, Ashong, Flores, Ferretti, Diop, Pagliarini, Albadoro
All.: Auteri

Note: 500 spettatori circa, con 60 da Matera.

Cronaca a cura di Francesco Rondinone e Nicola Radogna

DSC 0033Il Matera continua a sognare, e lo fa battendo in una partita difficilissima l'Ischia Isolaverde fuori casa per 1-2. Su di un campo ai limiti della praticabilità, i biancoazzurri acciuffano una vittoria allo scadere. Chi è il match winner? Ancora lui, il senegalese Abou Diop. E' sua l'incornata che al minuto 91' consente ai materani di raggiungere al terzo posto la Juve Stabia, sconfitta in quel di Melfi, e mantenere a distanza la Casertana ed il Lecce, vittoriose rispettivamente la prima fuori casa a Lamezia la seconda a Martina Franca. I tre goal tutti nel secondo tempo. Vantaggio degli ospiti con Letizia al 15', abile a recuperare una respinta del portiere di casa ed a trafiggerlo con un preciso tiro a fin di palo. I biancoazzurri si sono complicati la vita grazie ad un fallo di D'Aiello che provoca il rigore per l'Ischia che Infantino trasforma al 35'. Matera che si riversa completamente in avanti alla ricerca del goal. Rete che arriva nei minuti di recupero, come detto, grazie al neo-entrato Diop. Il sogno playoff per i materani può così continuare.

DSC 0046Gli undici scesi in campo hanno dimostrato di saper lottare anche contro un avversario ostico e su di un campo impraticabile, quindi va dato merito a questi ragazzi che sono riusciti a compiere una piccola impresa in quel di Ischia. Matera che affronta la squadra di casa con: Bifulco, Faisca, Mucciante, D'Aiello, Coletti, Iannini, Bernardi, Mazzarani, Carretta, Madonia, Letizia.

Le azioni degne di nota nel primo tempo giungono quasi esclusivamente da calci piazzati, viste le pessime condizioni del terreno di gioco che ha reso difficoltosa la creazione di qualsiasi trama con palla a terra. La prima occasione è degli isolani con un calcio di punizione dalla destra che scavalca tutta l'area e finisce sulla testa di un attaccante gialloblu che non coglie la porta. Poi è il Matera a farsi avanti con un paio di azioni pericolose, la prima è rappresentata da un tiro cross di Bernardi che per poco non beffa il portiere Giordano, sulla successiva respinta colpisce di testa Mazzarani che sfiora il palo. DSC 0056La seconda palla-goal dei biancoazzurri scaturisce da un calcio di punizione di Coletti, deviato in angolo dal portiere. Poco dopo è l'Ischia a fallire una ghiotta occasione per portarsi in vantaggio: Ciotola si invola sulla sinistra e mette in mezzo un pallone invitante per Infantino che tutto solo manda alto sopra la traversa. Primo tempo che finisce a reti inviolate.

La ripresa inizia subito con un cambio tra le fila materane: entra la punta Diop ed esce l'esterno Bernardi, ed è il cambio che si rivelerà fondamentale per l'esito finale del match. Il Matera preme e va vicino al gol con Madonia che riceve palla in area da Diop e non riesce a concludere a rete, contrastato da un difensore isolano. Il campo pessimo incide sul gioco delle squadre e sul numero di azioni da goal. Le squadre non riescono a produrre gioco fino al minuto 68', quando gli ospiti riescono a portarsi in vantaggio: Iannini si libera al limite dell'area di tre avversari e fa partire un destro potentissimo che il portiere gialloblu non trattiene, la palla finisce a Letizia che stoppa di petto e calcia in condizioni di precario equilibrio, ma nonostante ciò riesce a metterla in rete portando il Matera in vantaggio. DSC 0054L'Ischia prova a reagire e trova il pareggio grazie ad un calcio di rigore trasformato da Saveriano Infantino, provocato da una netta trattenuta di D'Aiello in piena area. A questo punto mancano dieci minuti al termine e mister Auteri inserisce Pagliarini ed Ashong al posto di Letizia e Madonia. Si entra in "zona Diop", e così al minuto 91' il Matera conquista un calcio d'angolo. Batte Coletti e la palla arriva li, nel cuore dell'area di rigore ischitana, proprio dove l'uomo dell'ultimo minuto è sempre presente. Diop colpisce di testa e zittisce i tifosi di casa, mandando in delirio i circa 60 ospiti. Dopo altri tre minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e decreta la vittoria del Matera che così raggiunge la Juve Stabia in classifica a quota 66 punti, in virtù della sconfitta di quest'ultima a Melfi.
AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!