Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Juve Stabia - Matera 1-1
Marcatori: 13' Infantino (M), 83' Lisi (J)

Juve Stabia: Russo, Romeo (63' Carrotta), Contessa (75' Liotti), Obodo, Polak, Carillo, Cancellotti, Maiorano, Diop, Nicastro (38' Gomez), Lisi.
A disp.: Polito, Natravil, Atanasov, Rosania, Mauro, Grifoni, Gatto, Mascolo.
All.: Zavettieri

Matera: Bifulco, Di Lorenzo, Tomi (89' Albadoro), De Rose, Ingrosso, Piccinni, Rolando (86' Gammone), Iannini, Infantino, Armellino (76' Casoli), Carretta.
A disp.: Biscarini, De Franco, Zanchi, Zaffagnini, Scognamillo, D'Angelo, Pagliarini.
All.: Aprile (in panchina al posto dello squalificato Padalino)

Arbitro: Gianni Bichisecchi di Livorno. Assistenti: Luigi Lanotte e Salvatore Marco Dibenedetto di Barletta.
Note: spettatori circa 700, nessun tifoso materano presente per l'inagibilità del settore ospitiAmmoniti Romeo, Cancellotti, Gomez, Carrotta (J), Di Lorenzo, Rolando, Iannini (M); espulso Rolando dalla panchina per proteste. Angoli 4-1 per il Matera.

Cronaca a cura di Nicola Radogna, fotografie di Franco Romano

DSC 7746Termina in parità la sfida tra Juve Stabia e Matera, partita valida per la 27^ giornata del girone C di Lega Pro. Biancoazzurri che dominano il primo tempo e chiudono in vantaggio grazie alla rete siglata da bomber Infantino al minuto 12. Ripresa caratterizzata dalle offensive gialloblu alla ricerca del pari, con la retroguardia materana che regge a fatica fino all' 82'. Il pareggio della Juve Stabia ad opera di Lisi, su errore in fase di disimpegno dei materani, riporta a 5 i punti di distacco dal Foggia e 6 dal Cosenza, entrambe vittoriose nei rispettivi impegni pomeridiani. Matera che fallisce quindi la possibilità di mantenere inalterato il distacco dalle squadre che la precedono; a sette giornate dalla fine l'obiettivo playoff appare difficile, anche se non impossibile da raggiugere, a patto che la truppa di Padalino non cada in altri passi falsi come quello di stasera.

DSC 7749L'allenatore foggiano, sostituito in panchina da mister Aprile, ha a disposizione tutta la rosa. Davanti a Bifulco viene schierata la solita linea difensiva a quattro con Ingrosso e Piccinni centrali, Di Lorenzo a destra, Tomi a sinistra. De Rose in cabina di regìa, davanti Iannini ed Armellino, esterni Carretta a sinistra e Rolando a destra. In avanti l'unico attaccante è bomber Saveriano Infantino.

Il Matera nelle prime battute lascia capire quello che sarà il copione della prima frazione di gioco. Il palleggio dei biancoazzurri è impressionante ed imbriglia le vespette in una fitta rete di passaggi. Ospiti che danno l'impressione di poter alzare i ritmi in qualsiasi momento ed affondare in area di rigore campana soprattutto dalla corsia destra, con un ottimo Rolando che vince costantemente il duello personale con Contessa. Al minuto 12 il Matera passa subito in vantaggio: il calcio d'angolo battuto da Armellino è perfetto, la palla giunge in mezzo all'area e trova il colpo di testa di Di Lorenzo che pesca Infantino libero in area, il numero nove controlla e trafigge Russo. La Juve Stabia ha subito l'occasione per pareggiare, un minuto più tardi la semirovesciata di Nicastro è spettacolare ma la sfera finisce fuori di poco. Capitan Iannini e compagni danno l'impressione di controllare agilmente la gara. Al 19' è ancora Infantino a sfiorare il raddoppio con un'incornata in area che finisce fuori. Nuovamente il bomber nativo di Tricarico, una manciata di minuti più tardi, si dimostra un incubo per la retroguardia gialloblu, l'ennesimo colpo di testa mette i brividi agli uomini di mister Zavettieri. Ingrosso appare in difficoltà nel duello personale con l'ex di turno Abou Diop; l'attaccante senegalese al 26' riesce ad aggirarlo con uno splendido stop di petto in area e calcia fuori, in ogni caso l'arbitro segnala una irregolarità. Sul finire del primo tempo ancora Infantino, a seguito di una percussione di quaranta metri palla al piede, scaglia in porta un tiro che finisce abbondantemente a lato. Si va al riposo sul punteggio di 0-1 in favore degli ospiti.

DSC 7880La ripresa si apre con nessun cambio per entrambe le squadre. Gli ospiti perdono pian piano lo smalto del primo tempo e non riescono ad allestire la solita trama di gioco, complice anche un attegiamento molto più aggressivo da parte della Juve Stabia. Il palleggio dei biancoazzurri non è più fluido, tuttavia le vespette non riescono ad impensierire Bifulco, complice una retroguardia materana molto attenta. Al 24' l'arbitro ammonisce per simulazione Gomez, entrato nel corso del primo tempo per sostituire l'infortunato Nicastro. Qualche minuto più tardi lo stesso Gomez colpisce una traversa clamorosa con un gran tiro dai trenta metri, la palla si stampa sulla traversa e mette i brividi al portierone Bifulco. Alla mezz'ora mister Aprile opta per il primo cambio, fuori Armellino e dentro Casoli. Al 35' viene ammonito Di Lorenzo che, diffidato, salterà il turno infrasettimanale contro il Martina Franca. La pressione della Juve Stabia costringe gli ospiti ad essere rintanati nella propria metà campo, l'attegiamento dei padroni di casa viene premiato dalla rete del pareggio al minuto 38'. Il Matera sbaglia in fase di disimpegno, capitan Iannini si lascia soffiare la sfera da Obodo che serve Lisi, il tiro di quest'ultimo passa sotto le gambe di Di Lorenzo e trafigge Bifulco. Il pareggio dei gialloblu innervosisce i materani; due minuti più tardi Rolando viene ammonito per simulazione in area di rigore, mister Aprile decide di sostituirlo con Gammone ma l'esterno biancoazzurro sfoga la sua rabbia contro la rete di recinsione, l'arbitro lo punisce quindi con il secondo giallo nel giro di due minuti e lo manda anzitempo sotto la doccia (costringendolo a saltare il turno infrasettimanale). Non succederà più niente fino al triplice fischio finale che sancisce un pareggio tutto sommato giusto e, visti gli altri risultati, molto amaro per il Matera.

DSC 7885Biancoazzurri che fanno rientro da una trasferta comunque ostica dopo aver conquistato un punto. Rimane il rammarico per aver accarezzato una grande vittoria esterna che, alla luce dei successi di Foggia e Cosenza, sarebbe stata indispensabile per le ambizioni playoff del club di Columella. Che i playoff fossero un obiettivo difficile da raggiungere lo si sapeva, soprattutto visto il gap iniziale con cui il Matera ha iniziato la sua rincorsa. Le prestazioni degli uomini di mister Padalino hanno permesso ai tifosi, settimana dopo settimana, di crederci e sperare in una clamorosa rimonta; il pareggio di Castellammare di Stabia complica le cose ma non condanna capitan Iannini ed i suoi che, siamo sicuri, ci proveranno fino alla fine. Continuiamo a ripetere che l'impresa è ardua ma non impossibile. AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!

DSC 7751

DSC 7774

DSC 7779

DSC 7783

DSC 7785

DSC 7788

DSC 7792

DSC 7793

DSC 7807

DSC 7818

DSC 7819

DSC 7827

DSC 7834

DSC 7850

DSC 7852

DSC 7854

DSC 7881

DSC 7891

DSC 7897

DSC 7906

DSC 7910

DSC 7958

DSC 7962

DSC 7975