Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

DSC 0478Virtus Francavilla – MATERA 1-4

Reti: 20′ pt Armellino, 28′ pt Armellino, 29′ st Negro, 39′ st Pastore, 45′ st Strambelli

Virtus Francavilla (3-4-1-2): Albertazzi, Idda, Abruzzese, Vetrugno, Triarico, Finazzi (1’ st Prezioso), Galdean, Gallù (11’ st Nzola), Alessandro, De Angelis, Abate (18’ st Pastore)

A disp.: Costa, De Toma, Liberio, Biason, Pino, Prezioso, Tundo, Pastore, Albertini, Salatino, Turi, Nzola

All.: Calabro

Matera (3-5-2): Bifulco, Mattera, De Franco, Ingrosso, Di Lorenzo, Iannini (31’ st Louzada), De Rose, Armellino, Casoli (39 ‘ st Strambelli), Negro (35’ st Sartore), Infantino

A disp.: D’Egidio, Scognamillo, Piccinni, Meola, Louzada, Sartore, Carretta, Meola, Strambelli

All.: Auteri

Arbitro: Manuel Volpi (Arezzo).

Note: allo stadio Giovanni Paolo II di Francavilla Fontana presenti circa 2.000 spettatori con 300 sostenitori materani. Matera in campo con la terza maglia granata.

Cronaca a cura di Nicola Radogna, foto di Federico Longo

DSC 0144

DSC 0128Il Matera esce tra gli applausi dei tifosi avversari ed acclamato dai numerosi sostenitori ospiti giunti allo stadio Giovanni Paolo II di Francavilla Fontana. Secco 1-4 in trasferta che non ammette repliche, netta superiorità dei biancoazzurri che hanno legittimato la supremazia con due gol per tempo. Nella prima frazione doppietta di Armellino, entrambe le reti su calcio di punizione, nella ripresa tris di Negro e poker firmato Strambelli. Per gli ospiti da segnalare una traversa nel primo tempo, nell’occasione miracoloso Bifulco, e la rete di Pastore su punizione nella ripresa. Troppo poco per fermare questo Matera semplicemente straripante. Domenica prossima gli uomini di Auteri saranno alle prese con un’altra pretendente alla vittoria finale, il Foggia di mister Stroppa.

DSC 0150Mister Auteri cambia modulo schierando dal primo minuto un 3-5-2. Confermata la difesa a tre con De Franco, Mattera ed Ingrosso. L’infortunio di Carretta in avanti costringe il tecnico di Florìdia a ridisegnare un centrocampo più folto, con Iannini in cabina di regia, affiancato da Armellino e De Rose, sulle corsie esterne Di Lorenzo a destra e Casoli a sinistra. In avanti la coppia formata da Infantino e Negro. In avvio la Virtus Francavilla sembra non essere intimorita dagli avversari, gli uomini di mister Calabro cercano di organizzare delle percussioni sulle corsie esterne. Sul sintetico del Giovanni Paolo II i materani non faticano a rendersi pericolosi dalle parti di Albertazzi. Negro è molto mobile sulla linea della trequarti, l’attaccante ex-Casertana svaria su più fronti mettendo in difficoltà la retroguardia di casa, priva del forte Vasco Faisca, ex di turno. E’ proprio Negro l’autore della prima conclusione ospite al minuto 16′, la sponda di capitan Iannini viene raccolta dall’attaccante che lascia partire un tiro che si spegne di poco fuori. Quattro minuti più tardi e gli ospiti passano in vantaggio: Armellino batte una punizione dal limite dell’area di rigore, lato destro, e sceglie la soluzione più complicata, conclusione a giro sulla barriera, la sfera si infila a fin di palo ed Albertazzi può solo osservare il pallone finire in rete. Matera in vantaggio ed esplodono i circa 300 sostenitori assiepati nel settore ospiti. Padroni di casa che appaiono storditi e Matera che ci riprova al 23′, l’incornata di Iannini si spegne a lato. Al 28′ la squadra di Auteri raddoppia ancora su punizione nuovamente battuta da Armellino, questa volta dal lato sinistro e da distanza maggiore rispetto al primo goal, il risultato non cambia: Albertazzi questa volta si tuffa ma la palla finisce in rete. Capitan Iannini e compagni adesso giocano sul velluto, la reazione della Virtus Francavilla è tutta in un destro di Galdean verso la fine del primo tempo, miracoloso Bifulco che con la mano di richiamo devìa sulla traversa e permette ai suoi di chiudere la prima frazione sul risultato di 0-2.

DSC 0482Nel secondo tempo gli ospiti controllano agevolmente l’incontro e potrebbero andare ancora a segno, sempre con Armellino, al minuto 8′. Questa volta il calcio di punizione è respinto dalla barriera, sulla ribattuta il destro del centrocampista nativo di Vico Equense è forte ma Albertazzi riesce a respingere. Di Lorenzo nella seconda frazione è decisamente più mobile e riesce ad affondare con facilità estrema sulla fascia destra; al 16′ dopo un’azione personale cede la palla a Iannini che ci prova dalla distanza ma il tiro finisce alto. L’attento Bifulco viene chiamato nuovamente in causa al 21′ su un tiro dalla distanza di Prezioso, il portierone biancoazzurro si distende e manda la palla in angolo. Una manciata di minuti più tardi e la Virtus Francavilla rimane in dieci uomini, espulso proprio Prezioso per doppio giallo. Al 29′ il Matera, in superiorità numerica, cala il sipario: è micidiale la percussione di Casoli sulla sinistra, il passaggio centrale pesca Negro tutto solo in area di rigore e per l’attaccante è un gioco da ragazzi segnare il tris. Sullo 0-3 mister Auteri decide di concedere un cambio a capitan Iannini, al suo posto entra il brasiliano Louzada. Proprio il neo-entrato va vicino al goal al termine di un’azione personale, provvidenziale l’intervento dell’estremo difensore del Francavilla. Qualche minuto più tardi il secondo cambio per gli ospiti, fuori Negro e dentro Sartore. I padroni di casa cercano di riaprire il match e ci riescono al 39′ con una bella punizione dalla distanza di Pastore. Auteri opta per il terzo ed ultimo cambio, Casoli fa spazio a Strambelli. Proprio quest’ultimo, appena entrato in campo, viene lanciato a rete e trafigge Albertazzi per il poker finale degli ospiti. Matera che esce tra gli applausi di tutto lo stadio al termine di una prestazione sontuosa, più di quanto dica il risultato. Adesso i lucani sono attesi ad uno scontro al vertice che sicuramente dirà di più sulla propria stagione e su quella dei propri avversari, domenica prossima al XXI Settembre Franco Salerno è atteso il Foggia. Un match difficile contro una grande squadra, ma questo Matera deve sì rispettare qualsiasi avversario ma non può avere paura di nessuno. AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!

DSC 0153

DSC 0158

DSC 0242

DSC 0284

DSC 0399

DSC 0457

DSC 0479