Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

ASD 7061Matera (3-4-3): Alastra; Mattera, De Franco, Ingrosso; Di Lorenzo, Iannini, Armellino (26′ st De Rose), Casoli; Strambelli, Negro (26′ st Louzada), Sartore (19′ st Carretta)
A disp.: D’Egidio, Scognamillo, Gigli, De Rose, Meola, Louzada, Carretta
All.: Auteri.

Fondi (4-2-3-1): Baiocco; Galasso, Signorini, Fissore, Squillace; Bombagi, De Martino; Tiscione, D’Agostino (1′ st Varone), Calderini; Albadoro (19′ st Iadaresta)
A disp.: Coletta, Di Sabatino, Iadaresta, Bertolo, Guadalupi, Capuano, Addessi, D’Angelo, Varone, Carcatella.
All.: Pochesci

Arbitro: il Sig. Simone Sozza della sezione di Seregno, coadiuvato dai Sig. Andrea Bologna della sez. di Mantova e Giuseppe Antonacci della sez. di Barletta.

Note: spettatori 3.500 circa, con 5 provenienti da Fondi.

Cronaca di Nicola Radogna, fotografie di Sandro Veglia

Clicca qui per guardare la fotogallery completa di Matera-Fondi

ASD 7049Il Matera non punge e non va oltre lo 0-0 interno contro il Fondi. Partita a senso unico con i biancoazzurri alla continua ricerca della rete. Atteggiamento a trazione anteriore per Iannini e compagni; su alcuni elementi forse ha inciso l’aver giocato anche mercoledì, nel match contro il Lecce valido per la Coppa Italia di Lega Pro. L’occasione migliore per gli uomini di Auteri è capitata sui piedi di Strambelli nel secondo tempo, il suo sinistro si è infranto sul palo alla destra dell’ex Baiocco. Tantissimi altri affondi dei padroni di casa non sono andati a buon fine, sia per la grande giornata del portiere ospite sia per la scarsa concretezza dei materani in fase realizzativa. Matera che perde una grandissima occasione per approfittare dei passi falsi delle dirette concorrenti.

Mister Auteri perde Piccinni in difesa ma recupera in extremis Ingrosso, che con De Franco e Mattera compone la linea difensiva davanti al portiere Alastra. Centrocampo a quattro con capitan Iannini ed Armellino centrali, Di Lorenzo a destra e Casoli a sinistra. In avanti tridente formato da Sartore, Strambelli e Negro. Nella formazione laziale compaiono numerosi ex: Baiocco, D’Agostino ed Albadoro tra i titolari e Mucciante indisponibile. Il Fondi arriva al XXI Settembre Franco Salerno da matricola terribile; settimo posto in classifica e tanti complimenti pervenuti dalle avversarie. Davanti ad una buona cornice di pubblico il Matera cerca di approfittare dei passi falsi delle dirette concorrenti. 

DSC 1141Partono subito forte gli uomini di Auteri che reclamano un rigore dopo pochi secondi, ma per il Sig. Sozza di Seregno l’atterramento di Negro in piena area è regolare. Passa un giro di lancette e Casoli, ben servito da Sartore, colpisce di testa, la sfera viene bloccata da Baiocco. Il portiere, che ha trascorso nella città dei Sassi metà stagione 2014/2015, si rivelerà un protagonista assoluto del match. I laziali sono chiusi nella propria metà campo e non riescono a reagire alla pressione offensiva dei biancoazzurri. Al 16′ Di Lorenzo imbecca Negro in area di rigore, il capocannoniere del Matera, nel tentativo di agganciare, accusa un dolore, il pubblico trattiene il fiato temendo uno strappo ma il giocatore fa segno alla panchina che può continuare. I padroni di casa mancano di cinismo sotto-porta, gli affondi degli esterni d’attacco non trovano la deviazione vincente in area di rigore. Dall’altra parte il Fondi impensierisce Alastra con conclusioni deboli dalla distanza, troppo poco per considerarle occasioni da goal. Al 20′ Sartore vede a centro area Negro e lo serve, l’attaccante lascia rimbalzare la sfera (pressato da Baiocco) e perde il tempo della giocata, serve Iannini in area di rigore ma il tiro del capitano è ben parato dal numero uno ospite che manda in angolo. Sul seguente tiro dalla bandierina l’estremo difensore è prodigioso su un colpo di testa ancora di Iannini; passano trenta secondi e ancora Baiocco effettua un grande intervento su un colpo di testa di Armellino. Alla mezz’ora da un calcio piazzato dal limite battuto da Strambelli ne scaturisce una mischia in piena area di rigore che fa tremare i laziali, la sfera viene spazzata dalla retroguardia rossoblu e l’azione sfuma. L’arbitro pone fine ad una prima frazione a senso unico.

DSC 1516Il Matera comincia il secondo tempo con gli stessi undici dei primi quarantacinque minuti. Non cambia il leitmotiv della gara, padroni di casa alla continua ricerca della rete del vantaggio. Dopo due minuti Strambelli serve Negro a centro area, Baiocco esce e chiude lo specchio, l’attaccante leccese non tira e permette ai difensori ospiti di recuperare. Sale in cattedra il numero dieci biancoazzurro Strambelli, il fantasista barese tenta in due circostanze di sorprendere il portiere avversario con due tiri dalla distanza; nella seconda occasione colpisce il palo alla destra di Baiocco con un bolide dai venti metri. Gli ospiti si rendono pericolosi in contropiede, al 59′ la rovesciata di Albadoro in area di rigore è imprecisa. Poco dopo il cross teso di Di Lorenzo non trova Negro in area piccola. Mister Auteri opta per il primo cambio al minuto 19, dentro Carretta e fuori Sartore. Il neo-entrato si fa vedere subito con una sgaloppata sulla fascia destra, raggiunge la sfera sulla linea di fondo e crossa a centro area, Negro al volo spedisce la palla in curva Nord. A metà secondo tempo il tecnico di Florìdia decide di giocarsi le carte De Rose e Louzada al posto di Armellino e Negro. Matera che si sbilancia totalmente in attacco alla ricerca del meritato goal. Al 73′ De Rose serve in area Iannini, il capitano aspetta troppo e si lascia rimontare da un difensore laziale. Ancora Iannini protagonista al 75′, il numero otto materano trova la pronta respinta di Baiocco. Più passano i minuti più viene meno la spinta biancoazzurra; fino al termine dell’incontro da segnalare solo l’ennesima parata di Baiocco sul sinistro dalla distanza di Strambelli. L’arbitro pone fine al match decretando il pareggio a reti bianche tra Matera e Fondi. Occasione persa per i biancoazzurri che non approfittano dei pareggi di Lecce, Foggia e Juve Stabia. Prossimo impegno allo “Stadio Degli Ulivi” di Andria. Ennesima prova di forza a cui sono chiamati gli uomini di Auteri. AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!

DSC 0935

DSC 1013

DSC 1071

DSC 1145

DSC 1187

DSC 1199

DSC 1228

DSC 1246

DSC 1266

DSC 1288

DSC 1443

DSC 1491

DSC 1503

DSC 1613

DSC 1639

VSD 7105