Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

DSC 3117Matera - Juve Stabia 2-2 (recupero della gara sospesa il 27 novembre sull'1-1)

Matera (3-4-3): Alastra; Piccinni, De Franco, Ingrosso (41' st Scognamillo); Meola (42' st Gigli), Iannini, Armellino, Casoli; Carretta, Negro, Strambelli. A disposizione: Bifulco, Mattera, Louzada, Dellino, Sartore, Infantino. All. Auteri.

Juve Stabia (4-3-3): Russo; Cancellotti, Morero, Atanasov, Liotti; Capodaglio, Izzillo (26' st Mastalli), Salvi; Kanoute, Del Sante (35' st Marotta), Lisi. A disposizione: Bacci, Borrelli, Zibert, Sandomenico, Camigliano, Petricciuolo, Esposito, Rosafio, Ripa, Montalto. All. Fontana.

Arbitro: Amoroso di Paola. Assistenti: Vecchi di Lamezia Terme e Maiorano di Rossano.

Marcatori: 10' Iannini (M), 28' Capodaglio (J), 50' Lisi (J), 78' Casoli (M)

Note: il match è ripartito dal momento in cui era stato interrotto lo scorso 27 novembre, cioè dal 37' minuto del primo tempo con una rimessa dal fondo operata dal portiere della Juve Stabia e sul risultato di 1-1. Spettatori 3500 circa.

Fotografie di Sandro Veglia, cronaca di Nicola Radogna

ASD 8315

DSC 2958Termina in parità il recupero della 15^ giornata del girone C di Lega Pro. 2-2 il risultato finale tra Matera e Juve Stabia in virtù dell'1-1 del primo round, giocato il 27 novembre e sospeso per nebbia al 37' del primo tempo, con reti di Iannini e Capodaglio, e stesso risultato nel proseguo del match, goal di Lisi per gli ospiti e Casoli per i padroni di casa. 53 minuti giocati di cui solo 7 della prima frazione ed il restante secondo tempo. Matera sprecone che ha attaccato a testa bassa alla ricerca del pareggio dopo il vantaggio di Lisi. La rete di Casoli sancisce un pareggio strameritato che accontenta sostanzialmente entrambe le squadre, che falliscono, tuttavia, una ghiotta occasione per agganciare la vetta.

ASD 8317Pomeriggio calcistico anomalo quello andato in scena al XXI Settembre-Franco Salerno. Dopo l'ingresso in campo ed il consueto saluto verso gli spalti, l'arbitro, il Sig. Amoroso della sez. di Paola, posiziona la sfera all'altezza dell'area di rigore gialloblu. Proprio in quel punto il 27 novembre lo stesso direttore di gara aveva sospeso la partita causa mancanza di visibilità dovuta ad una fitta nebbia che aveva reso impossibile il proseguo del match. Per i restanti 53 minuti da giocare mister Auteri, rispetto al primo round, deve fare a meno di Mattera in difesa, tenuto ai box per precauzione, e Di Lorenzo infortunato. Davanti ad Alastra in porta, il tecnico di Florìdia ha schierato la difesa a tre con De Franco centrale, Ingrosso a destra e Piccinni a sinistra. Centrocampo a quattro con capitan Iannini ed Armellino centrali, Meola a sinistra e Casoli a destra. In avanti tridente composto da Carretta, Negro e Strambelli. Anche per gli ospiti allenati da mister Fontana due novità nell'undici iniziale: Morero al posto di Amenta in difesa e Lisi al posto di Sandomenico, che con Kanoutè e Del Sante compone il tridente gialloblu. Cronometro che riparte dal 37' minuto del primo tempo. Nulla da segnalare fino al duplice fischio se non la vivacità in fase offensiva dei biancoazzurri che non producono, tuttavia, particolari occasioni da goal. Nella ripresa partono subito forte i lucani che si presentano davanti all'ex di turno Russo con Strambelli, ben servito da Negro, il numero dieci fallisce un rigore in movimento facendosi ribattere la conclusione dalla difesa. Carretta è una spina nel fianco della retroguardia delle vespe ma l'esterno offensivo del Matera si perde sul più bello. Gli ospiti escono dal guscio e si portano in vantaggio al 4': Kanoutè vince sulla destra la sfida con Meola e penetra in area, il tiro cross trova la respinta di Alastra, il tap-in di Lisi è facile facile e vespe che siglano l'1-2. Auteri, per arginare lo strapotere fisico di Kanoutè, decide di modificare l'assetto in campo cambiando di fascia Meola con Casoli. Padroni di casa che si riversano in avanti alla disperata rete del pareggio. Ci prova Negro, qualche minuto più tardi, ben servito da Armellino, ma l'attaccante calcia alto clamorosamente. Matera che si sbilancia e campani che vanno al tiro con Salvi, Alastra para in presa bassa. Biancoazzurri in costante trazione offensiva, ma Carretta e Negro sembrano poco cinici e la difesa della Juve Stabia ha costantemente la meglio. Ospiti che non riescono ad uscire dalla trequarti e rischiano di subire la rete del pareggio al 18': bella combinazione tra Iannini e Negro con quest'ultimo che va al cross, il colpo di testa a botta sicura di Carretta si stampa sul palo e, dopo un batti e ribatti, termina fuori. Padroni di casa alla costante ricerca del pareggio che arriva al 32': Carretta lavora un buon pallone sulla fascia destra, penetra in area di rigore e la mette al centro, Russo smanaccia e serve, come in occasione del goal dei campani, un assist per Casoli che davvero non può sbagliare. Matera che ottiene il giusto pareggio e che crede nella vittoria. Ci prova Meola qualche minuto più tardi di testa, para Russo. Retroguardia biancoazzurra che soffre la velocità di Kanoutè e sbroglia a fatica in un paio di circostanze. Mister Auteri opta per due cambi, prima al 42' sostituisce un affaticato Ingrosso per Scognamillo, poi gioca la carta a sorpresa inserendo il difensore Gigli in attacco al posto di Meola per sfruttare più centimetri in avanti. L'ultima occasione è targata Matera, capitan Iannini colpisce male di testa dall'interno dell'area di rigore. VSD 8352Il triplice fischio dell'arbitro sancisce la fine della sfida tra Matera e Juve Stabia, durata due round. Un pareggio che sostanzialmente accontenta entrambe le squadre. Il Matera ha sicuramente da recriminare per la poca determinazione sotto porta dei suoi uomini, vista la serie numerosissima di errori in fase realizzativa, al contrario degli avversari che hanno saputo capitalizzare al massimo le poche occasioni create. Biancoazzurri che sono riusciti, tuttavia, a riacciuffare il pareggio in una situazione sicuramente non facile. Entrambe le squadre falliscono l'opportunità di agganciare la vetta ma muovono la propria classifica di un punto, arrivando a braccetto a quota 36, due in meno della capolista Lecce. Prossimo impegno: il derby contro il Melfi, in programma sabato prossimo alle ore 16.30. Iannini e compagni devono cercare di capitalizzare al massimo i restanti impegni interni nel derby lucano e, successivamente, contro il Taranto nella prima giornata di ritorno. AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!

ASD 8331

DSC 2701

DSC 2770

DSC 2775

DSC 2856

DSC 2923

DSC 2947

DSC 3051

DSC 3103

DSC 3106

DSC 3142

DSC 3154

DSC 3162

DSC 3199

VSD 8338