Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Matera - Melfi 6-0

ASD 8427Matera (3-4-3): Alastra, Mattera, De Franco (8' st Gigli), Ingrosso (14' st Scognamillo), Armellino, Meola, Iannini, Strambelli, Carretta, Negro (1' st De Rose), Casoli. A disp: Biscarini, Piccinni, Louzada, Dellino, Sartore, Infantino, Hysaj. All. Auteri
Melfi (4-4-2): Gragnaniello, Grea (22' st Ferraro), Laezza, De Giosa, Nicolao, Libutti (9' st Cittadino), De Vena, Vicente, Foggia, De Montis (9' st Mangiacasale), Paterni. A disp: Viola, Lodesani, Casiello, De Fendi. All. Bitetto.
Arbitro: Andrea Zingarelli di Siena. Assitenti: D'Alberto di Teramo e Benedettino di Bologna.
Note: ammoniti De Giosa e Laezza. Spettatori circa 4000 di cui una sessantina di tifosi ospiti.
Reti: 3' pt Negro, 6' pt Carretta, 14' pt Strambelli, 30' pt Negro (r), 8' st Carretta, 35' st Foggia (autorete)

Cronaca a cura di Lorenzo Tortorelli, fotografie di Sandro Veglia

Clicca qui per guardare la fotogallery completa di Matera-Melfi

VSD 8418Grande vittoria del Matera nel derby lucano di Lega Pro. La formazione allenata da mister Auteri ha superato per 6-0 il Melfi con una grandissima prestazione nonostante il tour de force delle ultime settimane in termini di gare giocate.
Team di casa sugli scudi sin dai primi minuti, con Negro a fare le prove tecniche del gol al 2' minuto con la palla lenta e senza problemi per Gragnaniello.

Era solo l'anticipo del vantaggio che arrivava un minuto più tardi quando Strambelli, dalla destra, crossava in area dove trovava la testa di Negro che insaccava per l'1-0 con il XXI Settembre che esplodeva di gioia.
Matera galvanizzato e pronto a pungere ancora. Al 6', infatti, arrivava il secondo gol dei biancazzurri: giocata di Carretta che, dal limite, calciava sicuro e vedeva insaccare il suo pallone alla sinistra di Gragnaniello per il 2-0.
Melfi stordito e Matera super. Al 12' ci provava Strambelli con un calcio di punizione che si spegneva sulla barriera, poi due minuti dopo il team di Auteri faceva nuovamente centro proprio con Strambelli che, con un tiro dal limite, superava Gragnaniello per il 3-0.

VSD 8461Il Melfi accennava una timida sortita in avanti con De Vena il cui tiro terminava altissimo sulla traversa. Cinque minuti dopo ancora Matera: Negro in area veniva atterrato da De Giosa e l'arbitro assegnava calcio di rigore. Dal dischetto il goleador materano faceva il poker.
Al 32' il Melfi si faceva vedere dalle parti di Alastra con Foggia, il cui destro terminava di poco out alla destra del numero uno materano. La prima frazione si chiudeva con un fendente di Casoli che terminava di poco fuori.
Nella ripresa, mister Auteri effettuava il primo cambio facendo entrare De Rose al posto di Negro. Proprio il giocatore calabrese al 4' impegnava Gragnaniello, mentre al 7' De Giosa di testa verso Alastra che parava facilmente. Sessanta secondi più tardi il Matera metteva a segno il quinto gol: Strambelli serviva un pallone d'oro in area per Carretta che di prima calciava e batteva Gragnaniello.

DSC 3679Al 25' Meola cercava la realizzazione personale con un tiro dal limite che veniva parato senza fatica da Gragnaniello, poi un minuto più tardi Strambelli si rendeva pericolosissimo con un tiro a giro che veniva mandato in angolo dal numero uno ospite.

Cinque minuti più tardi, Vicente da fuori cercava la rete della bandiera, ma il tiro terminava fuori alla destra di Alastra. Al 35' arrivava la sesta rete per il Matera con Foggia, che nel tentativo di rinvio mandava la palla nella propria porta. Al 45' ancora Matera con un tiro di Strambelli smorzato dalla difesa ospite e parato da Gragnaniello. La gara terminava qui.

Grande vittoria del Matera che, a suon di gol, si porta in vetta alla classifica proprio al termine del girone di andata, complice anche il pareggio del Lecce in casa dell'Andria.

 

DSC 3706

DSC 3709

DSC 3713

DSC 3768

DSC 3776

DSC 3838

DSC 3893

DSC 3895

DSC 3900

DSC 3916

VSD 8438

DSC 4300

DSC 4305

VSD 8487

VSD 8499

VSD 8529

VSD 8534