icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rende - Matera 2-0

MAT 7425Reti: 10'pt e 9'st rig. Actis Goretti

Rende: Forte, Sanzone, Porcaro, Pambianchi, Godano (22'st Viteritti), Laaribi, Boscaglia, Rossini (39'st Ricciardo), Blaze, Gigliotti (30'st Franco), Actis Goretti (22'st Vivacqua). A disposizione: De Brasi; Marchio, Piromallo, Germinio, Coppola, Calvanese, Modic A., Modic M. Allenatore: Ginobili (Trocini squalificato)

Matera: Golubovic (12'st Tonti), Scognamillo, Buschiazzo, Sernicola, Salandria (1'st Maimone), Urso, De Falco, Casoli, Battista (18'st Corado), Dugandzic (1'st Sartore), Giovinco. A disposizione: Mittica, Dammacco. Allenatore: Auteri

Arbitro: Santoro di Messina.

Note: 150 tifosi provenienti da Matera sistemati in curva sud. Ammoniti Gigliotti e Forte (R), Buschiazzo, Maimone, Urso e Sartore (M). Angoli 4-2 per il Matera.

Cronaca di Fabio Venezia, fotografie di Ernesto Pescatore

MAT 7420SINTESI – Il Matera cade 2 a 0 al Marco Lorenzon al termine di una gara giocata male dagli uomini di Auteri, poco incisivi e troppo imprecisi al cospetto di un Rende che si conferma autentica rivelazione del girone C. Decide una doppietta dell'argentino Actis Goretta, per la prima volta in rete quest'anno. Per i biancoazzurri poco o nulla da segnalare in un pomeriggio in cui il reparto avanzato merita in blocco la bocciatura.

PREMESSA – Auteri, alle prese con una lista interminabile di assenti, conferma il 3-4-3 schierando Sernicola interno destro di difesa, Scognamillo a sinistra e Buschiazzo al centro. In mezzo al campo confermatissima la coppia formata da Urso e De Falco, Salandria al posto di Angelo a destra, Casoli confermato a sinistra, in attacco rientra Dugandzic supportato da Giovinco e da Battista.

CAT 3501PRIMO TEMPO – Avvio di gara con il Matera che costruisce interessanti trame mantenendo il pallino del gioco ma senza mai concludere verso la porta difesa da Forte. Al 6' Urso calcia dai trenta metri, effetto a uscire e palla lontanissima dai pali. Al 10' il gol che sblocca la gara: guizzo sulla destra di Godano che uccella Casoli con un tunnel, crossa forte e basso e trova il piede destro di Actis Goretta, che anticipa tutti e scaraventa in rete. Il Matera subisce il colpo senza imbastire una reazione. Al 21' Punizione da posizione defilata di Giovinco, palla che arriva a Scognamillo che gira di testa mandando alle stelle. Poco, troppo poco e mister Auteri corre ai ripari invertendo Salandria e Casoli. Al 37' Dugandizic serve Giovinco che calcia dal limite: la sua palombella termina la sua corsa sulla traversa a Forte battuto. Prima dell'intervallo altra punizione di Giovinco, stavolta dalla sinistra, Urso ci prova di testa ma non è preciso. Squadre nell'intervallo sull'1 a 0 per i calabresi.

MAT 7443SECONDO TEMPO – Auteri lascia negli spogliatoi Salandria, autore di una prestazione davvero negativa, e Dugandzic, gettando nella mischia Maimone e Sartore. Al 7' Matera vicinissimo al pareggio con una punizione forte e tagliata di Giovinco, Forte respinge d'sitinto puro nonostante una deviazione di testa da distanza ravvicinata, Scognamillo da due passi non riesce a ribadire in rete.  Dopo un paio di minuti l'episodio che chiude di fatto il match: De Falco contrasta Gigliotti alle spalle senza sfiorarlo, il biancorosso cade in area e l'arbitro fischia il rigore. Penalty battuto con forza da Actis Goretti, Golubovic non abbozza nemmeno il tuffo. Subito dopo il raddoppio l'estremo difensore sloveno laenta un infortunio, Auteri chiama Tonti che entra in campo senza autorizzazione e si becca immediatamente il giallo. Al 14' Giovinco riceve palla in piena area e tutto solo davanti a Forte tenta un goffo pallonetto: palla lenta e tutto facile per il portiere rendese, errore da matita blu del numero 11. Dopo un minuto Rende vicino al tris con Rossini la cui botta di destro termina di poco a lato. Al 17' guizzo al limite di Giovinco che subisce fallo e guadagna una punizione da posizione insidiosa; sulla palla ci va lo stesso numero 11 che calcia direttamente sulla barriera. Al 28' Urso si coordina benissimo e dal limite lascia partire un destro violento ma la palla esce di poco alla sinistra di Forte. Nient'altro da segnalare fino alla fine, Matera sconfitto senza attenuanti; ok le tante, troppe assenze per infortunio, ma è l'atteggiamento passivo di chi è sceso in campo a far preoccupare i tifosi materani.

CAT 3732

CAT 3630

CAT 3752

CAT 3546

CAT 3656

CAT 3758

CAT 3761

CAT 3777

CAT 3786

CAT 3798

CAT 3967