Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

DSC 7257Casertana - Matera 3-0

Marcatori: 6' Pinna, 8' e 42' De Rose

Casertana (3-5-2): Forte, Polak, Lorenzini (57' Rainone), Finizio, D’Anna, De Rose, Santoro (70' Rajcic), Romano (70' De Marco), Pinna, Turchetta (70' Padovan), Alfageme (60' De Vena)
A disp.: Gragnaniello, Cardelli, Matese, Meola, Cigliano, Minale, Tripicchio
All.: D’Angelo

Matera (3-4-3): Golubovic (46' Mittica), Buschiazzo (46' Gigli), De Franco, Scognamillo (46' Mattera), Casoli, De Falco, Maimone, Sernicola, Sartore (46' Cedric), Dugandzic (63' Dellino), Di Livio
A disp.: Tiscione
All.: Auteri

Arbitro: Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza. Assistenti i Sig. Matteo Michieli  e Gianluca Sartori di Padova.

Note: spettatori 2.000 circa di cui una cinquantina da Matera.

Cronaca di Nicola Radogna, fotografie di Giuseppe Scialla

DSC 7214SINTESIUn Matera senza particolari motivazioni chiude la stagione con una netta sconfitta allo stadio Pinto di Caserta. Tre a zero il risultato finale in favore dei falchetti, maturato nel primo tempo con le reti di due ex, Pinna e De Rose, quest'ultimo autore di una doppietta. Esito dell'incontro mai in discussione, campani obbligati a vincere per provare a conquistare il settimo posto in classifica; obiettivo raggiunto vista la contemporanea sconfitta del Rende a Catania. Per la truppa di mister Auteri, quarta in classifica per punti fatti ma quartultima dopo le penalizzazioni, una sconfitta che non pregiudica l'esito del campionato. La salvezza matematica conquistata alla penultima giornata lascia con l'amaro in bocca. L'obiettivo del club di Columella adesso non riguarda il rettangolo di gioco, bensì occorre ritrovare le condizioni ideali per disputare un dignitoso campionato di serie C il prossimo anno. La città è la tifoseria lo meritano. Un particolare ringraziamento ai ragazzi che, nonostante le numerose difficoltà incontrate nel corso dell'annata, non si sono disuniti e persi d'animo e sono riusciti a salvare la categoria.

DSC 7091PREMESSA - "Il Matera combatterà anche nell'ultima partita di campionato". I biancoazzurri si presentano allo stadio Pinto di Caserta con le dichiarazioni di mister Auteri nella conferenza stampa pre-partita. Così il tecnico di Florìdia schiera in campo l'undici migliore a disposizione. Tra i pali Golubovic. Difesa a tre con Buschiazzo centrale, a destra Scognamillo ed a sinistra capitan De Franco. Solito centrocampo a quattro con Maimone e De Falco centrali, Sernicola a sinistra e Casoli a destra. In avanti tridente formato da Dugandzic centrale, con a supporto Sartore e Di Livio. Risponde la Casertana allenata da mister D'Angelo, obbligata a vincere per difendere l'ottavo posto in classifica e provare ad insidiare il settimo, occupato dal Rende. In caso di contemporanea sconfitta dei calabresi e vittoria dei falchetti, i rossoblu avanzerebbero di una posizione nella griglia playoff. Nell'undici di partenza dei campani spicca la presenza di ben tre ex: Pinna, De Rose e Turchetta, Meola siede in panchina. Casertana che scende in campo con il 3-5-2.

DSC 7046CHIAVE DI LETTURALa Casertana parte subito forte e passa in vantaggio al minuto 5': Pinna recupera un bel pallone e dai venti metri lascia partire un destro che si infila dove Golubovic non può arrivare. Il Matera è frastornato e sembra essere già in vacanza, i campani ne approfittano e raddoppiano due minuti più tardi: De Rose stacca di testa in piena area di rigore e beffa tutta la retroguardia biancoazzurra. Forte del doppio vantaggio, i falchetti rallentano e controllano la situazione. Ospiti che, pur prendendo in mano le redini del centrocampo, non riescono a rendersi pericolosi dalle parti di Forte. Anzi, è la Casertana a sfiorare nuovamente la rete, l'incornata di Lorenzini al 34' esce fuori di pochissimo. L'unico squillo dei lucani è opera di Maimone al 40', il colpo di testa del centrocampista termina alto. Sul finire della prima frazione arriva anche il tris dei rossoblu, al 42' nuovamente De Rose infila Golubovic. Nella ripresa mister Auteri opta per una passerella di giocatori: entrano Mittica, Gigli, Mattera e Cedric per Golubovic, Buschiazzo, Scognamillo e Sartore. Il primo tiro nello specchio della porta è opera di Mattera al 7', in realtà la conclusione è debole e Forte controlla agilmente. Si fa vedere Cedric sulla corsia sinistra, l'esterno camerunense penetra in area e serve Di Livio libero al centro, la conclusione del giocatore di proprietà della Roma termina incredibilmente alta. De Rose, migliore in campo, sfiora la terza realizzazione all'11': la conclusione dal limite dell'area di rigore termina a lato di un soffio. La Casertana non è sazia e ci prova anche con De Vena che spizzica di testa, Mittica blocca in presa sicura. Entrambe le squadre tirano i remi in barca in attesa del fischio finale. Di qui alla fine da segnalare solo un bello spunto di Casoli al 40', la conclusione dai trenta metri viene parata da Forte. Dopo tre minuti di recupero l'arbitro fischia la fine dell'incontro.

DSC 6959CONCLUSIONE - Come detto nella sintesi, i tifosi non possono che ringraziare giocatori e staff per questa annata. Ricordiamo che la squadra sarebbe quarta in classifica senza le penalizzazioni; un bottino in termini di punti frutto di prestazioni importanti, nonostante i numerosi problemi societari attraversati nel corso della stagione. Alla società rinnoviamo l'invito a tenere duro e ad esprimere in maniera chiara quale futuro la tifoseria deve aspettarsi. Non si fa riferimento necessariamente ad un campionato con ambizioni di vittoria; bensì disputare, tutti uniti e compatti, in maniera dignitosa una nuova e scoppiettante stagione di serie C. Un campionato, il prossimo, in cui finalmente si rivedrà il derby lucano contro il Potenza che mancava in serie C dagli anni '90. Una prospettiva assolutamente stimolante che sicuramente infiammerà la torcida biancoazzurra in questi lunghi, troppo lunghi, mesi di pausa calcistica che ci attendono. Ci congediamo con il solito, ma sempre attuale, motto: ORA E SEMPRE FORZA MATERA!!! GO MATERA GO!!!

DSC 6938

DSC 6957

DSC 6985

DSC 6990

DSC 6993

DSC 7003

DSC 7036

DSC 7099

DSC 7102

DSC 7109

DSC 7111

DSC 7122

DSC 7249

DSC 7250