Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rubrica a cura di Francesco Salerno e Fabio Venezia

 

monopoli logoSTORIA - La storia calcistica del Monopoli comincia negli Anni Venti con la U.S. Audace che fino agli Anni Cinquanta sarà la maggiore espressione sportiva cittadina, partecipando anche a quattro campionati di Serie C di cui tre con il nome Lega Interregionale Sud. La L.I.S. infatti,a cavallo tra gli Anni Quaranta e Cinquanta, rappresentava effettivamente il terzo livello calcistico in Italia e fu progenitrice della Serie C assieme alla Lega Nazionale Quarta Serie. Le pagine più belle del Monopoli sono state però scritte a cavallo degli Anni Ottanta e Novanta, quando la formazione biancoverde disputò sedici campionati di Serie C consecutivi fino al fallimento del '94. Gli anni recenti raccontano più amarezze che gioie: altri due fallimenti intervallati da cinque campionati professionistici e dal mitico campionato di Eccellenza 2004-05 che fece entrare il club nella storia del calcio. In quella annata infatti, il Monopoli conquistò 102 punti (con il Brindisi secondo a ''soli'' 98). La formazione allora allenata da Nicola Ragno poteva contare sull'apporto, tra gli altri, di giocatori come Vittorio Insanguine, Claudio Doria e Francesco Bitetto.
Nel 2010 il calcio monopolitano è ripartito grazie al titolo sportivo "itinerante" dell'ex Liberty Bari che era a sua volta stato precedentemente utilizzato dal Liberty Molfetta.

Clicca qui per visualizzare le statistiche dei precedenti tra Matera e Monopoli

LA SQUADRA - Dopo la rocambolesca eliminazione nei playoff promozione della passata stagione per mano proprio del Matera, il Monopoli sta confermando le proprie ambizione anche quest'anno. I biancoverdi occupano infatti, in solitaria, la seconda posizione in graduatoria ad un solo punto dalla capolista Marcianise.
In panchina è stato riconfermato il giovanissimo Claudio De Luca, 32 anni, allenatore che ha nel 4-3-2-1 il modulo preferito.Tra i pali ci sarà il '95 Mirarco, nella passata stagione grande protagonista a Nardò. I terzini saranno il riconfermato Vincenzo Lacriola, under classe 1994, a destra e l'ex Nardò Vetrugno, che dovrebbe essere preferito a Pinto, a sinistra. Al centro della difesa il giovanissimo Colella, '93 scuola Bari, dovrebbe far coppia con l'esperto Amato (32 presenze e 3 gol nella passata stagione in maglia biancoverde). Possibile anche l'impiego del 33enne De Toma, che ha vestito tra le altre le maglie di Fidelis Andria, Lodigiani, Pro Vercelli e Casarano.
In mezzo al campo ci sarà il talentuoso Michele Lanzillotta, al quarto anno a Monopoli (intervellati da un'esperienza in C2 alla Villacidrese nel 2010-2011) mentre al suo fianco si contendono una maglia da titolare Marini, ex Grottaglie, e l'under Camporeale. Mancheranno per fortuna del Matera l'esperienza e la classe di Cosimo Damiano Laboragine che il Monopoli ha strappato in estate al Brindisi e che può vantare numerose presenze tra i professionisti con le maglie di Valle del Giovenco e Pro Vasto.
Un centrocampista di qualità con il vizietto del gol (uno realizzato quest'anno, sette l'anno scorso a Brindisi e addirittura tredici tre anni fa alla Santegidiese), ancora fermo ai box per un infortunio Sulla trequarti d'attacco agiranno Nicola Strambelli (3 presenze in A con il Bari tre stagioni or sono) e l'argentino Daniel Montaldi, 33 anni, già a segno quattro volte quest'anno.
L'unica punta sarà l'altro argentino Nicolas Di Rito, prelevato in estate dal Bisceglie dove in due stagione ha realizzato la bellezza di quaranta gol. Un attaccante possente di quasi 190 cm, perfetto terminale di una squadra forte e ben assemblata.

VSD 6152LA TIFOSERIA - La tifoseria organizzata del Monopoli è sicuramente una delle più valide del girone H. Numerosi i gruppi dello stadio «Veneziani» a testimonianza di una passione e una tradizione di tutto rispetto e che, come altre realtà di questo girone della Serie D, meriterebbe palcoscenici più importanti. Gli Army Korps sono stati li primo gruppo, seguiti cronologicamente da Kaos Army e Ultras.
La tifoseria monopolitana si contraddistingue, oltre che per seguire la propria squadra con trasferte numericamente rilevanti, anche per la quantità e la qualità del materiale coreografico. Hanno sempre puntato molto infatti, sulla pregevole fattura di sciarpe, bandiere, striscioni e stendardi.
L'elenco delle rivalità del Monopoli è lungo, si potrebbero nominare quelle principali: il Brindisi con cui in questa stessa stagione si sono registrati piccoli incidenti, il Casarano, il Taranto, il Foggia e il Bisceglie. Vantano anche due gemellaggi importanti con Chieti e Salernitana.