Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Real Vico: Apuzzo, Lettieri, Oriente, Coppola, Maraucci, Schettino, Prisco, Ferrara, Biondi, Circiello, Di Ruocco.
A disp.: Falcone, Melcarne, Barone, Esposito, Vigorito, Palumbo, Cirillo, Russo.
All.: Campana

Matera: Bifulco, Pino, Bassini, Roselli, De Franco, Fernandez, Orlando, Iannini, Picci, Letizia, Varsi.
A disp.: Aprea, Calori, Carretta, Marsili, Barretta, Titone, Sbardella, Colucci, Dos Santos.
All.: Cosco

Arbitro: Luca Colosimo di Torino. Assistenti: Sante Selicato di Siena e Maicol Lupi di Empoli.

Reti: al 7' Letizia, al 20' Coppola (rig.), al 63' Iannini, al 73' Roselli.

Note: spettatori circa 600, di cui 450 materani.

(Cronaca a cura di Nicola Radogna, fotografie di Salvatore Izzo in esclusiva per materacalciostory.it)

Clicca qui per visualizzare la fotogallery completa di Real Vico-Matera

real vico-matera 1

real vico-matera 2Dall'inferno al paradiso, tutto in 90 minuti. Matera batte il Real Vico e, approfittando del contemporaneo pareggio del Taranto, balza in testa a 2 punti dagli jonici e ad una partita dalla fine. Eppure a fine primo tempo il cielo su Vico Equense era tutt'altro che limpido. Il rigore del Real Vico aveva gelato il sangue dei lucani e rinvigorito quello dei rossoblu tarantini. Nel secondo tempo gli uomini di Cosco hanno uscito fuori i cosiddetti attributi e hanno moderato un avversario modesto ma combattiero. Al fischio finale sia i giocatori sia i 500 tifosi materani si sono concentrati intorno ai cellulari sintonizzati sul web streaming delle emittenti tarantine in attesa dell'esito della gara del Progreditur. Una volta sancito il pareggio del Taranto scoppia la festa allo stadio Comunale di Massaquano. Un allungo fondamentale, ma non decisivo. Sarà vietato sbagliare nell'ultima gara di campionato in programma domenica prossima in casa contro il Manfredonia.

real vico-matera 4Buon avvio degli uomini di Cosco. I Materani impegnano i campani con ottime sovrapposizioni sulle fascie, grazie anche all'ispiratissimo Letizia. Ed è proprio lui l'autore del goal che sblocca il match al 7'. E che goal! Il numero 10 biancazzurro raccoglie palla grazie anche ad un rimpallo e dai 20 metri lascia partire un tiro che si insacca all'incrocio dei pali. Il gioco fatica a decollare e così il Real Vico guadagna metri, fino ad arrivare all'episodio del pareggio su rigore, a seguito di un fallo di mano di Pino. Bifulco spiazzato da Coppola e ondata di gelo che si abbatte sui tifosi del Matera. I lucani si impauriscono e faticano a costruire nuove azioni da goal. Picci protagonista sul finire del primo tempo prima con un goal annullato dal direttore di gara per fuorigioco e poi successivamente sfiorando il raddoppio a seguito di una incursione di Varsi. Alla fine del primo tempo lo scenario che si presenta è da incubo. Il momentaneo pareggio del Matera, unito alla contemporanea vittoria del Taranto, non lasciano ben sperare. Ed invece il secondo tempo regalerà un finale da antologia per il calcio materano, una di quelle scene destinate a rimanere impresse nel cuore e nella mente degli sportivi biancazzurri.

real vico-matera 5Ripresa di tutt'altro piglio per gli uomini di Cosco, che vanno vicini più volte al goal e si vedono annullare l'ennesima rete ad opera di Orlando. Il raddoppio è solo questione di minuti. Al 12' Iannini di testa insacca a seguito di una punizione di Letizia. Esplodono i 500 tifosi materani accorsi in trasferta. Cosco si cautela inserendo Colucci al posto di Varsi. Al 18' il sigillo al match. Il centrocampista del Real Vico Oriente perde la testa e lascia anzitempo la sua squadra in 10 uomini. Il Matera dilaga e sfiora più volte il terzo goal, ma il portiere di casa Apuzzo si fa trovare pronto. Roselli tuttavia chiude i conti al 27' con un'azione solitaria, battendo Apuzzo sul suo palo. A dieci minuti dalla fine accade l'inaspettato. I tifosi sintonizzati con smartphone e tablet sulle emittenti tarantine per seguire il match esultano per il goal del Marcianise. Sono i dieci minuti che di fatto possono decidere l'esito del campionato, i più lunghi, interminabili.

real vico-matera 6

La partita del Matera finisce senza altri sussulti, allora tutti sintonizzati, in panchina e sugli spalti, sulla partita dello stadio Progreditur di Marcianise. Al triplice fischio finale la squadra si lascia andare ad una corsa sfrenata verso i propri sostenitori. Una scena che, come detto in precedenza, è destinata a rimanere negli occhi di tutti i tifosi materani.

real vico-matera 7L'ultimo ostacolo per i lucani si chiama Manfredonia. Un impegno sicuramente da non sottovalutare, nonostante i pugliesi non abbiano più nulla da chiedere a questo campionato, essendo posizionati saldamente a metà classifica. Il Taranto, invece, dovrà vedersela contro il Real Metapontino, in casa. Il Marcianise, pareggiando contro il Taranto, si garantisce una posizione nella griglia playoff pur scivolando al quarto posto, scalzato dalla Turris, fermata in casa per 1-1 dalla Puteolana. Dopo la Marcianise c'è il Monospolis vittorioso proprio a Policoro contro il Real Metapontino. Il Brindisi, pareggiando in casa contro il San Severo, dice addio ai playoff e subisce una dura contestazione da parte dei tifosi. Il Manfredonia rafforza la sua posizione a metà classifica pareggiando per 1-1 contro la Gelbison. In coda la lotta si fa serrata. Quasi matematicamente salve Mariano Keller e San Severo che guadagnano un punto rispettivamente con Gladiator e Brindisi. Appese ad un filo le speranze del Real Vico di non dover disputare i playout, mentre sono certi di dover lottare ancora per salvarsi il Real Metapontino e la Puteolana. Dietro è bagarre tra Grottaglie e Gladiator, ferme entrambe a 25 punti. Di queste solo una retrocederà. Nel prossimo turno la squadra di Santa Maria Capua a Vetere affronterà in casa il Bisceglie, mentre i pugliesi se la vedranno sempre in casa contro la Turris.

Adesso le sorti del campionato dipendono esclusivamente dal Matera. In città bocche cucite, guai a parlare di vittoria già assicurata. Siamo sicuri che in campo sarà un match vero. Lo stadio sarà sicuramente stracolmo e rievocherà emozioni di tempi passati che POSSONO E DEVONO ritornare più che mai attuali.

real vico-matera 3

Risultati 33^ giornata

BISCEGLIE - GROTTAGLIE 3-1
MANFREDONIA - GELBISON 1-1
MARIANO KELLER - GLADIATOR 2-2
REAL METAPONTINO - MONOSPOLIS 0-1
MARCIANISE - TARANTO 2-2
REAL VICO - MATERA 1-3
TURRIS - PUTEOLANA 1-1
BRINDISI - SAN SEVERO 0-0

RIPOSA: FRANCAVILLA

Classifica dopo la 33^ giornata

MATERA 61
TARANTO 59
TURRIS 57
MARCIANISE 56
MONOSPOLIS 54
BRINDISI 52
FRANCAVILLA 49
GELBISON 41
BISCEGLIE 41
MANFREDONIA 38
M. KELLER 36
SAN SEVERO 36
REAL VICO EQUENSE 33
R. METAPONTINO 29
PUTEOLANA 28
GROTTAGLIE 25
GLADIATOR 25

Prossimo turno 34^ giornata - 4 maggio

GELBISON - MARIANO KELLER
GLADIATOR - BISCEGLIE
GROTTAGLIE - TURRIS
MATERA - MANFREDONIA
MONOSPOLIS - REAL VICO
PUTEOLANA - BRINDISI
SAN SEVERO - FRANCAVILLA
TARANTO - REAL METAPONTINO

RIPOSA: MARCIANISE