Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

IMG 4013Savoia: Maiellaro, Petricciuolo, Panariello, Terracciano, Stendardo, De Liguori, Ruscio, Tiscione, Esposito, Scarpa, Del Sorbo. 
A disp.: Rinaldi, Criscuolo, Manzo, Di Pietro, Longo, Mocerino, Meloni, Carotenuto, Johnson. 
Allenatore: Feola

Matera: Aprea, Sbardella, Pino, Tundo, Calori, Ciano, Titone, Marsili, Dos Santos, Carretta, Pagliarini 
A disp.: Lombardo, De Franco, Letizia, Barretta, Colucci, Roselli, Bassini, Iannini, Picci
Allenatore: Cosco

Arbitro: Davide Oggioni di Monza. Assistenti: Graziano Vitaloni di Jesi e Andrea Ragnacci di Gubbio.

Note: spettatori 1500 con circa 50 da Matera

(Cronaca a cura di Nicola Radogna, fotografie di Salvatore Izzo)

IMG 2946Il Matera è una grande squadra e lo ha dimostrato anche quest'oggi allo stadio Giraud di Torre Annunziata nella prima giornata della Poule Scudetto. Contro il Savoia, ovvero la squadra di serie D che ha realizzato il maggior numero di punti nella stagione regolare, le cosidette "seconde linee" di mister Cosco hanno disputato una grande gara, sfiorando l'impresa di agguantare il successo esterno in più occasioni. Lo stadio Giraud, dal canto suo, mai quest'anno è stato violato; per questo motivo, la prestazione offerta dai materani risulta ancor più di spessore. In virtù di un maggior numero di punti raccolti durante la stagione regolare, nella prossima giornata della Poule Scudetto riposerà il Matera, mentre il Savoia affronterà fuori casa la Lupa Roma.

Mister Cosco da spazio ai giocatori che nel campionato hanno trovato meno spazio, ma guai a parlare di seconde linee. Subito si fa vedere Carretta con un paio di conclusioni da lontano, fuori misura. Al 5' goal annullato a Pagliarini per evidente posizione di fuorigioco, giusta la decisione del direttore di gara. Carretta ancora super al 17', fa fuori 2 avversari e cerca di servire Dos Santos costringendo la difesa biancoscudata agli straordinari. A metà secondo tempo è Dos Santos, di testa, a sfiorare il goal. L'estremo difensore materano Aprea si fa trovare pronto sulla punizione calciata da De Liguori al 32', mentre al 35' è Ciano a bloccare una incursione del bomber Scarpa. Il primo tempo si chiude con un brivido per la squadra di casa; Pagliarini vede il suo tiro respinto dal portiere di casa Maiellaro con un intervento super. Più Matera che Savoia nella prima frazione di gara.

IMG 3874Ripresa che si apre sulla falsa riga del primo. L'occasione più ghiotta capita sui piedi di Tiscione che, ben servito in area di rigore, manda alto da buona posizione. Le squadra iniziano ad accusare la stanchezza, frutto di una stagione che ha visto entrambe le compagini battagliare per la conquista del titolo. Il Matera, nonostante un finale thriller che l'ha visto vincere sul filo di lana ai danni del Taranto, appare comunque pimpante e si difende con ordine. Girandola di cambi nel secondo tempo. Per il Matera fuori Titone, Dos Santos e Carretta, dentro Letizia, Picci e Iannini. E' proprio Picci a rendersi pericoloso al 35', la sua conclusione è respinta da Maiellaro. Due minuti più tardi ancora il portiere di casa si supera su di un colpo di testa ravvicinato di Sbardella. Allo scadere è la punizione di Marsili a far correre un brivido lungo la schiera dei circa 1.500 tifosi campani.
Finisce 0-0 la prima partita del girone 3 della Poule Scudetto di serie D. Il Matera domenica prossima rimarrà alla finestra in attesa di conoscere l'esito della partita tra Lupa Roma e Savoia.