Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

JUVE STABIA (4-3-3): Pisseri, Cancellotti, Contessa, La Camera (24'st Caserta), Romeo, Bacchetti, Nicastro (37'st Vella), Jidayi, Ripa (15'st Di Carmine), Bombagi, Gammone.

All. Pancaro

MATERA (3-4-3): Baiocco, Bernardi, Mucciante, De Franco, D'Aiello, Cuffa (29'st Iannini), Letizia, Coletti, Guerra (18'st Albadoro), Madonia (31'st Pagliarini), Gotti

All. Auteri

Marcatori: 25'pt Ripa (J), 7'st Letizia (M)

Note: spettatori presenti 1300, 70 dei quali provenienti da Matera. Debole pioggia ad inizio partita

 ve7

Cronaca della partita a cura di Fabio Venezia, fotografie di Prospero Scolpini - www.sportactionmagazine.it

Una prestazione tutto cuore e grinta e almeno un'ora di grande calcio per un Matera che torna da Castellammare che fa classifica e che fa morale dopo la beffa dell'esordio.

ve11Auteri conferma modulo e undici titolare, con Baiocco tra i pali, D'Aiello, De Franco e Mucciante in difesa, Cuffa e Coletti a formare la coppia centrale di centrocampo, Bernardi e Gotti lungo le fasce, Letizia e Madonia a supporto di Guerra davanti.

Pronti via e Juve Stabia pericolosa con un tiro da limite che dopo nemmeno due minuti Baioco è costretto a deviare in tuffo. Risponde Letizia all' 8' ma la sua conclusione termina sull'esterno della rete. Grande azione di contropiede al 16' con palla che arriva a Madonia il cui tiro al volo non è preciso. Il Matera gioca bene e tiene il campo ma al 25' Mucciante si perde bomber Ripa che riceve palla, controlla e batte Baiocco. Un gol che taglierebbe le gambe a chiunque ma il Matera ha cuore e attributi e dopo un minuto mette i brividi ai padroni di casa con uno scatenato Letizia: il tiro è preciso ma Pisseri si allunga e manda in corner. Al 36' punizione da posizione più invitante per Coletti che però non bissa la parabola magica di Martina in Coppa e colpisce in pieno la barriera. Il tempo si chiude con una grande azione dei biancoazzurri che Letizia conclude sparando a lato. Il numero 7 biancoazzurro si fa perdonare ad inizio ripresa: minuto 7, Cancellotti sbaglia il retropassaggio di testa e serve l'attaccante materano che supera con uno spettacolare pallonetto il portiere di casa e manda la palla in rete. Grande festa per i 70 tifosi materani presenti. La Juve Stabia si riversa in avanti ma riesce a farsi vedere solamente con un tiro fuori misura di capitan Jidayi. Al 21' azione tambureggiante degli uomini di Auteri che con una serie di fraseggi stretti riescono ad entrare in area ma Letizia non riesce a trovare lo spazio per il tiro all'ultimo istante. A questo punto il Matera cala fisicamente, esponendosi al forcing stabiese. Al 25' campani in gol ma Bacchetti è in fuorigioco e l'arbitro annulla. Al 33' Gammone calcia alto, dopo 3 minuti sontuoso apertura di Albadoro, subentrato a Guerra, che taglia tutto il campo e lancia Pagliarini che entra in area ma si fa contrarre all'ultimo dalla difesa gialloblu. Di fatto la gara termina qui, sul taccuino solo gli ultimi tentativi disperati di una Juve Stabia che uscirà dal campo tra i fischi.

Applausi, convinti, per il Matera che fa un figurone su uno dei campi più difficili del girone. Imbattibilità conservata tra Coppa e campionato ma c'è poco tempo per i festeggiamenti: sabato prossimo a Matera arriva la corazzata Lecce, i biancozzurri non vedono l'ora di dimostrare anche ai salentini di che pasta sono fatti.

ve8

ve10

ve12

ve13

ve14

ve15

ve4

ve6