Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Juve Stabia - Matera 6-4 (2-2 dopo i tempi regolamentari, 2-2 dopo i supplementari)
Reti: 12' pt Giacomini (M), 13' pt Lepillier (J), 28' pt Coletti (M), 41' pt Caserta (J)

Juve Stabia: Pisseri, Ferrara, Polak, Bacchetti, Liotti, Osei, Caserta, La Camera, Lepillier, Gomez, Vella
A disp.: Mennella, Jefferson, Romeo, D’Ancora, Bombagi, Nicastro, Di Carmine
All.: Pancaro

Matera: Bifulco, Mercadante, D’Aiello, Faisca, Pino, Longo, Di Noia, Coletti, Giacomini, Turchetta, Guerra
A disp: Russo, Bernardi, Pagliarini, D’Angelo, Fiorentino, Sciacoviello, Colapietro
All.: Auteri

Arbitro: Francesco Catona di Reggio Calabria, coadiuvato dagli assistenti Antonio Santoro di Roma Uno e Veronica Vettoriel di Latina.

Note: spettatori di casa circa 300, con 4 eroici tifosi materani giunti a Castellammare in una giornata lavorativa con un orario di inizio della partita non favorevole.

Cronaca a cura di Nicola Radogna, fotografie di Franco Romano

DSC 1912Non sono bastati i tempi regolamentari e supplementari per decidere la sfida tra Matera e Juve Stabia, valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia di Lega Pro. Allo Stadio Menti di Castellammare i rigori premiano la squadra di casa che, complici gli errori dagli undici metri di D'Aiello e Turchetta, possono festeggiare il passaggio del turno. Il Matera, dal canto suo, ha disputato una buona gara ed esce dalla competizione a testa alta. Positive le prove delle cosiddette seconde linee, come Turchetta, e dei titolari schierati quest'oggi da mister Auteri.

Mister Auteri schiera in porta Marino Bifulco, difesa a quattro con il ritrovato D'Aiello e Faisca centrali, terzini Pino e Mercadante. A centrocampo centralmente trovano spazio la coppia composta da Coletti e Di Noia, supportati sulle fasce da Longo e Giacomini. In avanti Guerra e Turchetta.

DSC 1944La partita è dai primi minuti piacevole, con un Matera autoritario con Coletti e Di Noia in mezzo al campo e pungente grazie alla velocità di Turchetta in avanti. Il vantaggio del Matera si concretizza al minuto 12 con Giacomini, abile a sfruttare una ribattuta sugli sviluppi del calcio d'angolo. La gioia del goal dura solo un minuto, infatti Lepillier grazie ad un tiro-cross indovina la traiettoria giusta che beffa Bifulco. Inizio scoppiettante di partita. Al 23' la punizione tagliata di Turchetta per poco non diventa preda di D'Aiello, appostato sotto porta. 3 minuti più tardi Guerra si conquista il rigore che Coletti, capitano di giornata, realizza per il vantaggio ospite. Turchetta porta a spasso più volte la retroguardia gialloblu, senza riuscire ad essere incisivo. Il pareggio della Juve Stabia è opera di capitan Caserta che disegna una splendida punizione dai 20 metri. La squadra di casa trova il pareggio sul finire di primo tempo.

ROM 3465Nella ripresa il ritmo cala, le due squadre risentono della stanchezza e del campo appesantito dalla pioggia incessante. Al quarto d'ora vespette pericolose con una punizione di Bacchetti. Due minuti più tardi è il turno di Turchetta che impensierisce il portiere di casa Pissari. Girandola di cambi a metà della seconda frazione, per il Matera escono Giacomini e Longo per Pagliarini e Bernardi. Si vola al 35' quando Guerra lancia bene Turchetta che è abile nel penetrare in area, ma sul più bello cincischia e si fa recuperare dalla retroguardia di casa. Prima della fine dei primi 90 minuti regolamentari, solo il tempo per l'espulsione ingenua rimediata da Pino a seguito di due cartellini gialli in rapida successione.

Nessuna emozione degna di rilievo nei tempi supplementari, da segnalare solo l'ingresso del debuttante Fiorentino al posto di Pagliarini (per lui un leggero infortunio). Ai rigori per il Matera a segno Guerra e Coletti, per la Juve Stabia segnano Gomez, Vella, Liotti e Nicastro. Fatali gli errori di D'Aiello e Turchetta per i biancoazzurri. Finisce con la Juve Stabia vittoriosa un match tutto sommato gradevole, in cui entrambe le squadre si sono affrontate a viso aperto mettendo in mostra dei giocatori che sicuramente potranno essere utili ai rispettivi allenatori anche nelle partite di campionato.

Preso atto del risultato e dell'eliminazione, che fa onore al Matera per come è maturata e per il percorso che i biancoazzurri hanno intrapreso nella competizione, non c'è tempo da perdere. Testa subito al campionato per l'impegno in programma lunedì prossimo contro il Martina Franca (inizio ore 20.45).

ROM 3291

ROM 3296

ROM 3349

ROM 3358

ROM 3275

ROM 3282

ROM 3288

ROM 3369

ROM 3463

ROM 3469

DSC 1976