Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Matera-Juve Stabia 3-1

Matera: Russo, Ferretti, Flores, De Franco, D’Aiello, Coletti, Mazzarani, Iannini, Diop (72' Albadoro), Letizia (56' Madonia), Carretta (79' Di Noia). All. Auteri.
A disposizione: Pena, Pino, Turchetta, Bernardi.

Juve Stabia: Pisseri, Cancellotti, Contessa, La Camera (79' Gammone), Polak, Migliorini, Nicastro (85' Vella), Jidayi, Di Carmine, Bombagi, Lepillier (77' Ripa). All. Pancaro.
A disposizione: Fiory, Romeo, Liotti, Caserta.

Arbitro: Rapuano di Rimini. Assistenti: Barbetta di Albano Laziale e Fabbro di Roma 2.

Marcatori: 3' Iannini (M), 5' Iannini (M), 31' Di Carmine (J), 78' D'Aiello (M)

Note: spettatori 3500 circa con cinquanta tifosi della Juve Stabia. Angoli 9-1 per il Matera. Ammoniti Diop (M), La Camera, Cancellotti, Lepillier (J)

Fotografie di Sandro Veglia, cronaca di Nicola Radogna

Clicca qui per visualizzare la fotogallery completa di Matera-Juve Stabia

Che gran bel Matera! Sotto lo sguardo delle telecamere di Rai Sport la squadra di Auteri vince e convince contro la forte Juve Stabia, terza in classifica e alla ricerca della vittoria per avvicinarsi alla vetta. I biancoazzurri hanno giocato una partita quasi perfetta, segnando due goal in rapida successione nei primissimi minuti di gioco e rendendo vano il tentativo di rimonta degli ospiti con il terzo goal nel corso del secondo tempo. In vista della trasferta di Lecce, in programma sabato prossimo, la truppa del presidente Columella si gode il fondamentale successo casalingo che consente ai materani di agganciare proprio i giallorossi salentini (con una partita in meno) a quota 35 punti.

Mister Auteri schiera dal primo minuto i nuovi acquisti: Flores in difesa, per far fronte alle assenze di Mucciante (febbricitante) e Faisca (squalificato), e Diop in attacco. In porta fiducia a Russo, dato l'infortunio accorso a Pagani al numero uno Marino Bifulco; solita difesa a 3, al nuovo acquisto Flores fanno compagnia De Franco centrale e D'Aiello a destra. Centrocampo composto da Ferretti e Mazzarani sulle corsie esterne (il primo a destra ed il secondo a sinistra); con Diop, in attacco ci sono Letizia e Carretta.

Nei primissimi minuti di gioco il Matera è un rullo compressore. Diop si rende subito pericoloso al 1' minuto con una girata in area piccola, il portiere ospite Pisseri è super e blocca provvidenzialmente. Un minuto più tardi il vantaggio materano: grande azione di Letizia sulla corsia esterna, l'attaccante di origini napoletane si accentra, raggiunge la linea di fondo e serve una palla d'oro per capitan Iannini che dal limite dell'area gonfia la rete. Quattro minuti più tardi il Matera è già sul 2-0: il tiro di Diop in area piccola trova l'opposizione di un difensore gialloblu, la palla finisce nuovamente sui piedi del capitano e il tiro di Iannini si infila nuovamente in rete (complice una deviazione). E' l'apoteosi al XXI Settembre Franco Salerno, la squadra di Auteri è già sul 2-0 al minuto 5. Dopo l'inizio arrembante del Matera la partita cala di tono, i padroni di casa tuttavia danno l'idea di poter controllare agilmente il match. Alla mezz'ora però arriva il goal della Juve Stabia: Lepiller crossa da sinistra, l'estremo difensore biancoazzurro Russo chiama la palla, De Franco gliela lascia, il portiere scivola e cade a terra, ne approfitta Di Carmine che appoggia la palla in rete. La Juve Stabia ci crede e prima dello scadere della prima frazione ha l'opportunità di pareggiare, ma il colpo di testa sotto porta di Di Carmine non inquadra lo specchio della porta.

Subito in apertura di ripresa De Franco, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, sfiora il goal. Una manciata di minuti dopo è ancora Di Carmine, il più pericoloso dei suoi, ad avere tra i piedi la palla del pareggio ma manda a lato. Diop, ottimo il suo esordio, lascia partire al minuto 8 un destro che si spegne abbondantemente a lato. Quattro minuti più tardi Letizia fa spazio a Madonìa. Il Matera cerca insistentemente la via del goal della sicurezza, ma le progressioni di Ferretti sulla destra ed i cross di Madonìa non vengono concretizzati. Al minuto 28 esce tra gli applausi Diop, entra Albadoro. Un paio di minuti più tardi viene annullato un goal alla Juve Stabia per fuorigioco di Di Carmine. Al 33' il Matera fa tris: corner di Coletti e stacco imperioso di D'Aiello che insacca. La partita cambia, la Juve Stabia sfiduciata lascia campo ai padroni di casa. Al 37' Madonìa si fa spazio in area e lascia esplodere un destro che il portiere ospite disinnesca a fatica. Due minuti prima del 90' la Juve Stabia colpisce una traversa con Migliorini sugli sviluppi di un calcio piazzato. Dopo tre minuti di recupero l'arbitro fischia la fine.

Una grande partita, una grande vittoria per una grandissima squadra che è costretta a rivedere gli obiettivi di inizio stagione, come dichiarato nelle scorse settimane dal mister e dai giocatori e come conferma lo stesso presidente Columella, intervistato nell'intervallo dai cronisti di Rai Sport. Ottimi gli inserimenti dei nuovi acquisti. Flores in difesa è apparso molto sicuro, mentre Diop si è reso più volte pericoloso, sfiorando il goal in un paio di occasioni. Anche Ferretti sulla fascia destra ha disputato un'ottima partita, combinando spinta offensiva (in collaborazione con Carretta) e ripiegamenti difensivi. La diga costruita a centrocampo da Coletti ha retto l'onda d'urto stabiese, mentre Iannini è apparso in giornata di grazie. Con un Matera così è lecito sognare.

 

DSC 0046

DSC 0057

VSD 2345

VSD 2369

VSD 2376

VSD 2410

VSD 2412

VSD 2419

VSD 2568

VSD 2602

VSD 2715

ZSC 0071

ZSC 0074

ZSC 0062

ZSC 0067