Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Matera-Catanzaro 2-4

Matera: Bifulco, Ferretti (58' Albadoro), Mucciante, De Franco, Flores, Coletti, Mazzarani, Iannini, Diop (46' Letizia), Madonia, Carretta (71' Bernardi). All. Auteri. A disposizione: Russo, Faisca, D’Aiello, Ashong.

Catanzaro: Bindi, Daffara, Squillace, Giandonato (71' Calvarese), Rigone, Ghosheh, Giampà, Mancuso (84' Mounard), Razziti, Zappacosta, Bernardo (93' Orchi). All. Sanderra. A disposizione: Migani, D'Orsi, Caputa, Ilari.

Arbitro: Formato di Benevento. Assistenti: Napolitano di Napoli e Vitiello di Torre del Greco.

Marcatori: 7′ Giandonato (C), 11′ Carretta (M), 15′ Bernardo (C), 26′ Mancuso (C), 44′ Coletti (M), st 34′ Mancuso (C)

Note: spettatori 3500 circa con cinquanta tifosi del Catanzaro. Angoli 4-1 per il Catanzaro. Ammoniti Ferretti, Mucciante, Coletti (M), Ghosheh (C)

Fotografie di Sandro Veglia, cronaca di Nicola Radogna

VSD 3498Pesante debacle interna per il Matera che incassa 4 goal dal Catanzaro e perde un'altra ghiotta occasione per agganciare la zona playoff. Partita giocata male da parte dell'undici di Auteri, fortemente imprecisi nei disimpegni e mai capaci di organizzare una reazione. Costretti a rincorrere sin da subito in seguito al vantaggio ospite, generato da un intervento maldestro di Bifulco che devìa nella propria porta un calcio d'angolo, Carretta ristabilisce la momentanea parità. Poi gli ospiti dilagano con Bernardo, complice ancora una disattenzione di Bifulco, e Mancuso. In chiusura della prima frazione Coletti disegna un calcio di punizione magistrale che permette ai padroni di casa di accorciare le distanze, ma nel secondo tempo il goal della sicurezza per i giallorossi è opera ancora di Mancuso.

DSC 0245Mister Auteri da fiducia all'undici che ha battuto il Messina domenica scorsa. A fare da guardia a Bifulco ci sono De Franco, Flores e Mucciante; linea mediana composta da Iannini e Coletti, Ferretti e Mazzarani sulle fasce; tridente offensivo con Carretta a destra, Madonìa a sinistra e Diop centrale.

Pronti via ed è solo Catanzaro. Bifulco risponde presente prima su un tiro-cross insidioso al 3', poi qualche minuto più tardi su un tiro di Zappacosta, che l'estremo difensore di casa respinge in angolo. Sul successivo calcio d'angolo di Giandonato il vantaggio ospite: il cross a centro area viene smanacciato in maniera maldestra da Bifulco che devìa nella propria porta. Vantaggio rocambolesco per la formazione ospite. Il Matera non ci sta e pareggia subito: bella incursione di Diop che dalla sinistra si accentra, la sua conclusione viene smorzata ma diventa assist per Carretta che spinge in rete. VSD 3671I padroni di casa sono lenti, prevedibili e disattenti, il Catanzaro rischia subito di segnare con un colpo di testa all'11' di Giandonato, di poco a lato. Una manciata di minuti e gli ospiti segnano ancora un goal rocambolesco: il cross di Mancuso dalla sinistra trova impreparato ancora Bifulco che smanaccia e indirizza la palla proprio sui piedi di Bernardo che non deve far altro che spingerla in porta. Biancoazzurri disattenti, i catanzaresi sulla fascia sinistra fanno ciò che vogliono. Al 27' il terzo goal è opera di Mancuso che di piatto spinge in rete dopo una bella azione sulla sinistra da parte di Squillace. Il Matera riesce ad accorciare le distanze solo con Coletti che disegna un calcio di punizione imprendibile per l'estremo difensore ospite Bindi.

VSD 3894Nella ripresa ci si aspetta un Matera combattivo, gagliardo, invece la squadra di Auteri non riesce a creare azioni pericolose. Il tecnico di Florìdia cambia subito Diop per Letizia. Bifulco protagonista al decimo con una parata su Bernardo. Un minuto più tardi secondo cambio in casa biancoazzurra, esce Ferretti ed entra Albadoro, Matera a trazione anteriore. L'attacco di casa si rivela evanescente, Letizia spesso testardo si imbriglia in una serie di incursioni senza effetti, mentre Madonìa è molto impreciso. Al 25' esce Carretta ed entra Bernardi per dare maggior equilibrio alla squadra, ma è il Catanzaro a rischiare di segnare ancora, provvidenziale l'uscita di Bifulco su Razziti. L'appuntamento con il poker ospite è rimandato solo di qualche minuto, quando Mancuso si incunea in area e da destra lascia partire un diagonale che non lascia scampo a Bifulco. Gara virtualmente chiusa al minuto 34. Giusto il tempo per un goal annullato a Iannini che di testa insacca sugli sviluppi di un calcio piazzato, e per un'occasione capitata ancora sui piedi di Iannini che al volo da ottima posizione non inquadra lo specchio della porta. L'arbitro pone fine alla partita, il peggior Matera della stagione esce sconfitto tra le mura amiche per 2-4.

Il Catanzaro consuma la sua vendetta dopo la bruciante sconfitta dell'andata, quando il Matera di Auteri si impose in maniera rocambolesca per 1-2 allo scadere. Biancoazzurri lontani anni luce dalla squadra ammirata contro Juve Stabia e Messina. I giocatori sono apparsi privi di idee, molto imprecisi ma soprattutto poco grintosi. Ci aspettiamo un'immediata reazione a partire dalla prossima trasferta in programma domenica prossima ad Aprilia, contro la Lupa Roma.

DSC 0249

VSD 3448

VSD 3529

VSD 3533

VSD 3556

VSD 3664

VSD 3909

DSC 0233