Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

A cura di Fabio Venezia, Francesco Salerno e Nicola Salerno

Clicca qui per leggere la cronaca della gara di andata

Clicca qui per guardare il video della sfida play-off del 2012-13

Clicca qui per guardare la fotogallery della sfida play-off del 2012-13

logo casertana

GLI AVVERSARI - Terzo posto in classifica per la Casertana, in coabitazione con Lecce e Juve Stabia. Un ruolino di marcia più che positivo con quarantacinque punti conquistati, frutto di tredici successi, sei pareggi ed altrettante sconfitte. I falchetti, guidati in panchina da Sasà Campilongo, subentrato a Gregucci all'indomani del KO di Melfi, sono stati capaci di vincere nove volte tra le mura amiche (hanno fatto punti solamente Aversa, Reggina, Juve Stabia e Foggia) mentre lontano dal “Pinto” hanno palesato più di una difficoltà; l'ultimo blitz esterno risale infatti al turno prenatalizio (3 a 0 a Torre Annunziata), da allora due pareggi (nel derby di Aversa ed a Cosenza) e la sconfitta di misura a Castellammare. Anche al “XXI Settembre-Franco Salerno” Campilongo dovrebbe puntare sul 4-3-3. Fumagalli tra i pali, capitan D'Alterio o in alternativa Angelo Antonazzo a destra, il 22enne Fabio Tito a sinistra e la collaudata coppia di centrali composta da Peppe Mattera e Riccardo Idda. Davanti alla difesa il playmaker dei rossoblu Ivan Rajcic che cercherà di sostenere due fra Simone De Marco, Francesco Marano e Davide Carrus. Difficile che parta dall'inizio l'ultimo arrivato Vincenzo De Liguori, svincolatosi a Gennaio dalla Paganese e tesserato per sostituire l'ex di turno Cruciani, infortunatosi alla spalla e costretto ad un lungo stop. In attacco Campilongo può contare su giocatori di indubbio valore: le punte centrali Diakite e Ricciardo (altro ex biancoazzurro), gli esterni Cissè (in gol all'andata), Caccavallo (ex Paganese di proprietà del Parma, tesserato a Gennaio), Mancino e Mancosu.

SUGLI SPALTI - Nonostante una grande tradizione Ultras nel basket al seguito della JuveCaserta, la città campana può contare su un rispettabile tifo organizzato anche nel calcio.

I sostenitori rossoblu salirono per la prima volta agli onori delle cronache nel 1969, un’epoca in cui ancora non si parlava di “gruppi”, per una promozione in Serie B sfumata a causa di una denuncia di illecito sportivo presentata dal Taranto poi proclamato vincitore del campionato. Seguirono pesanti incidenti ricordati ancora oggi come “la rivolta del pallone” con uffici pubblici e negozi presi d’assalto per la presunta ingiustizia subita. Tifoseria dalla comprovata mentalità, sempre abbastanza partecipe anche a raduni e iniziative nazionali varie, si contraddistingue per cori originali e materiale sempre curato e con diverse pezze e stendardi in stile inglese.

Cronologicamente parlando, bisogna cominciare a parlare di Ultras dal 1981, quando dalle ceneri di una precedente realtà denominata Fedelissimi, nascono i Fedayn Bronx, un gruppo-emblema di tutta la tifoseria casertana. Sono la colonna portante dello stadio «Pinto» e sono ricordati oltre che per la lunga militanza e longevità anche per le loro simpatie politiche di sinistra e una mitica fanzine degli anni Ottanta chiamata “Voce Ribelle”.

Tra i numerosi gruppi al seguito dei rossoblu anche i Crips Caserta, nati nel 1988, gruppo dallo stile fieramente casual con materiale veramente ben fatto e contraddistinto da un emblema, il leone scozzese rosso su sfondo giallo, che per tutta la vita del gruppo (scioltosi nel 2012) ha fatto mostra di sé tra le tante pezze con il falchetto casertano. Lo stile d’oltre manica è stato raccolto anche dai Mods, realtà formata da ragazzi del rione Tescione, da Wild Kaos e Southern Boys. Altri gruppi che operano all’ombra della Reggia sono Boys Vanvitelli, Brigate, Rude Boys, Crazy Boys, Southern Boys, New Rebels e C.C.C.

La comune ideologia di sinistra ha facilitato la nascita di gemellaggi con le tifoserie di Ternana e Cosenza. Si tratta di rapporti ancora molto sentiti nonostante siano sbocciati nella prima metà degli anni Ottanta. I casertani sono buoni rapporti anche con i corregionali avellinesi e stabiesi. Di tutt’altra natura invece i rapporti con la Salernitana, in cima alla lista delle rivalità assieme a Benevento e Savoia. I problemi con i salernitani risalgono a una vecchissima rivalità sul campo, nata addirittura nel 1945 in occasione di una gara persa a tavolino per le intemperanze dei tifosi e di alcuni dirigenti casertani. Col tempo le cose non hanno fatto che peggiorare con un’altra partita persa a tavolino per intemperanze dei falchetti nel 1982 e incidenti in tutti i derby fino al 1993. Nonostante i pochi incontri in tempi recenti la rivalità è comunque molto sentita. Le tante sfide decisive sul campo, oltre che il già citato episodio del 1969, hanno inevitabilmente fatto sorgere una rivalità anche con il Taranto che in ambito pugliese si aggiunge a una lunga lista comprendente anche Brindisi, Foggia, Monopoli e Andria.

I PRECEDENTI - di seguito sono elencati i tabellini completi di tutti i precedenti di campionato disputati in casa contro la Casertana. 2 vittorie, 1 sconfitta e 8 pareggi il bilancio casalingo contro i campani.

Stagione 1956-57 – Campionato di IV Serie - 13ª giornata – 6.1.1957

Matera – Casertana 1-1

Matera: Manzin, Pittuello, Fumis, Glereani, Zampar, Morandi, Rogante, Bitetto, Chiasutto, Moschion, Marzano. All. Zanolla

Casertana: Giannisi, Volpi, Galeotti, Paltrinieri, Zucchini, Traversa, D'Alessandro, Santin, Savastano, Etrusco, Gravina. All. Lamberti

Marcatori: 56' D'Alessandro (C), 70' Morandi (M)

Stagione 1968-69 – Campionato di Serie C - 2ª giornata – 22.9.1968

  1970 matera-casertana gol busilacchi
  Campionato 1969-70: Busilacchi porta in vantaggio il Matera.

Matera – Casertana 0-0

Matera: Quadrello, Rosa, Gambi, Demenia, Loprieno, Bernardis, Bertoia, Buccione, Busilacchi, Giannattasio, Maselli. All. Salar

Casertana: Pezzullo, Ballotta, De Luca, Agnoletto, Anghileri, Savini, Taccetti, Cominato, Fazzi, Selmo, Minto. All. Rosati

Stagione 1969-70 – Campionato di Serie C - 24ª giornata – 1.3.1970

Matera – Casertana 2-0

Matera: Bertonelli, Vecchi, Gambi, Giannattasio, Loprieno, Mayer, Galati, Busilacchi, Buccione, Jancarelli, Picat Re. All. Chiricallo

Casertana: Porrino, Ballotta, Giacomin, Di Maio, Savini, Gatti, Bergamo, Cominato, Fazzi, Minto, Mazzeo.

Marcatori: 52' Busilacchi, 90' Jancarelli

  1971-72 matera-casertana
  Campionato 1971-72: il tiro di Veneranda termina alto sulla traversa. Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Stagione 1971-72 – Campionato di Serie C - 2ª giornata – 19.9.1971

Matera – Casertana 0-1

Matera: Bertonelli, Loprieno, Gambi, Buccione, Coppola, Mayer, Carella, Galati, Addante, Veneranda, Jancarelli. All. Chiricallo

Casertana: Porrino, Labrocca, Carannante, Gatti, Giacomin, Tanello, Migliorati, Di Maio, Spadafora, Matteoni, Mazzeo (55’ Corbellini). All. Rambone

Marcatori: 64' Corbellini

Stagione 1972-73 – Campionato di Serie C - 28ª giornata – 8.4.1973

Matera – Casertana 2-2

Matera: Bertonelli, Germinario, Angelino, Gambini, Loprieno, Monaldi, Chimenti, Mazzei, Toffanin, Galati, Michesi. All. Mancinelli

Casertana: Porrino (23’ Restani), Labrocca, Giacomin (53’ Fiorillo), Agnetti, Gobbi, De Luca, Di Maio, Noletti, Fazzi, Pienti, Graziani.

Marcatori: 22' rig. Chimenti (M), 26' Chimenti (M), 61' Fazzi (C), 77' Fiorillo (C)

 

  1972-73 matera-casertana
  Campionato 1972-73: Chimenti su rigore apre le marcature per il Matera. Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Stagione 1973-74 – Campionato di Serie C - 20ª giornata – 3.2.1974

Matera – Casertana 0-0

Matera: Troilo, Sollini, Loprieno, Foresti, Mamilovich, Ceccaroni, Stellone, Cataldi, Toffanin, Gambini, Mazzei (46' Chisena). All. Veneranda

Casertana: Buffon, Capasso (80' Pianca), Zathila, Ranieri, Grava, Volpi, Pupo, Di Maio, Fazzi, Govetto, Martina. All. Pasinato

Stagione 1974-75 – Campionato di Serie C - 30ª giornata – 20.4.1975

Matera – Casertana 0-0

Matera: Casiraghi, Germinario, Vellani, Raimondi, Tramelli, Mamilovich, Stellone, Gambini, Chisena, Rota (60' Galati), Mazzei. All. Salar

Casertana: Buffon, Bellan, D'Antoni, Ranieri, Pigozzi, R. D'Agostino, Vatieri, Pupo, Fazzi, Alpini (70' Paolettoni), Martina.

Stagione 1996-97 – Campionato di Serie C2 - 12ª giornata – 1.12.1996

Matera – Casertana 2-1

Matera: Bruno, Olivari, Esposito (85' Incarbona), Bitetto, Toledo, Tagliente, Genco, Cacciola, Bellacicco (62' Latorre), Zian, Lo Polito. All. Fabiano

Casertana: Visconti, Ferrara, Moretti, Cavallo, Nusco, Milano, Grava, Erra (46’ Scagliarini), Sacco (61’ Delfino), Vastola (85’ Rulli), Carosella.

Marcatori: 15' Lo Polito (M), 50' rig. Moretti (C), 91' Lo Polito (M)

Stagione 2003-04 – Campionato di Serie D - 31ª giornata – 18.4.2004

Matera – Casertana 0-0

  2009-10 matera-casertana
  Campionato 2009-10: Mazzoleni di testa colpisce il palo. Foto Videouno.it

Matera: Buono, Gentile, Zizzariello, Maurelli, Ginobili, Maglione, Marzano (70' Marinelli), Fanizzi (57' Marsico), Petruzzella, Campo (62' P. Di Cecca), Pellegrino. All. Tortelli

Casertana: Pescatore, Catapano, Colella, Barone, Raucci (60' Tientcheu), Mari, Piemonte, Della Ventura (60' Parma), Direnzo (75' Sannazzaro), Chietti, Suarez.

 

Stagione 2009-10 – Campionato di Serie D - 3ª giornata – 16.9.2009

Matera – Casertana 0-0

Matera: Cottet, Scudieri, Palladino, Leta (75' Carretta), Martinelli, Bartoli, Salemme (53' Diop), Mazzoleni, Albano, Campo (78' De Vecchis), Genchi. All. Giusto

Casertana: Schiavella Belaunzaran, Guida, Stigliano (58' Moreno), Bencardino, Criscuolo, Raucci, Monaco (84' Florindo), Mastroianni, Olcese, Guadagnuolo, Falco. All. Feola

 

  2012-13 matera-casertana
  Play-off 2012-13: il quinto e decisivo rigore regala la semifinale alla Casertana.

Stagione 2012-13 – Play-off di Serie D - 4ª fase – 26.5.2013

Matera – Casertana 0-0 (3-4 dopo i calci di rigore)

Matera: Bianco (85’ Bifulco), Ferrenti, Ciano, Marinucci Palermo (12’ Cruciani), Scardala, Calabuig, Muro, Cardore, Villa (85’ Colantuoni), Todino, Oliveira. All. Chiricallo

Casertana: Longobardi, D’Alterio, Cirillo, Ruscio (73’ Toscano), P. Esposito, Scognamiglio, Varsi, Chiavazzo, Alvino (88’ Bonanno), Palumbo (67’ G. Esposito), Ancione. All. Maiuri

Sequenza rigori: Oliveira gol – Toscano gol – Cruciani fuori – Ancione gol – Todino gol – D’Alterio gol – Cardore parato – G. Esposito parato – Ciano gol – P. Esposito gol