Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Martina Franca - Matera 0-1

1K8A0152Martina Franca: Bleve, De Giorgi, Samnick, Fabiano, Patti, Memolla, Bucolo, De Lucia (89' Caruso), Pepe, Arcidiacono, Pivkovski (76' Diop).
A disp.: Modesti, Brunetti, Kalombo, Leto, Guadalupi.
All.: Imbimbo

Matera: Bifulco, Mucciante, Faisca, D’Aiello, Mazzarani (77' Ashong), Iannini, Coletti, Ferretti (69' Diop), Madonia (73' Pagliarini), Letizia, Carretta.
A disp: Russo, Bernardi, D’Angelo, Flores.
All.: Auteri

Arbitro: Di Martino di Teramo

Marcatori: 88' Diop

Note: spettatori 1500 circa, di cui circa 200 materani. Ammoniti: Mazzarani (MT). Angoli: 8-5 per il Matera.

Cronaca di Francesco Rondinone, fotografie di Paolo Conserva 

1K8A0157Il Matera espugna Martina Franca con l'uomo degli ultimi minuti: Diop! La sua incornata vincente allo scadere consente ai biancoazzurri di conquistare 3 punti che pesano come macigni. Dopo un ottimo primo tempo da parte degli uomini di Auteri, andati vicini alla rete in più di un'occasione, i padroni di casa sono venuti fuori e si sono resi pericolosi in un paio di circostanze. Un grande Bifulco, che riscatta la prestazione opaca contro il Foggia, ed il palo fermano il Martina Franca. L'esplosione dei numerosi tifosi materani accorsi al Tursi è merito ancora una volta dell'attaccante senegalese Abou Diop, subentrato negli ultimi minuti e decisivo per la vittoria finale.

1K8A0230La sconfitta contro il Foggia è stata riscattata e il Matera riprende il suo cammino verso i play-off. I biancazzurri si riportano al quarto posto, a tre punti dalla Juve Stabia e con altrettanti punti di vantaggio sulle inseguitrici Lecce e Foggia. Mister Auteri schiera la classica formazione: Bifulco tra i pali, alla ricerca del riscatto dopo le brutte defezioni contro il Foggia; Faisca, preferito a Flores al centro della difesa, Mucciante a sinistra e D'Aiello a destra. Centrocampo con Iannini e Coletti in mezzo, Ferretti a destra e il rientrante Mazzarani a sinistra. Tridente offensivo con Carretta, Madonia e Letizia. Indisponibili Albadoro e Di Noia.

1K8A0231Il Matera nei primi dieci minuti è guardingo e osserva le mosse dell'avversario, ma trascorso questo breve lasso di tempo sono proprio i biancazzurri ospiti ad imporsi per tutta la durata del primo tempo. Iannini e compagni creano numerose azioni degne di nota, con tocchi di prima e incursioni in area. L'unica pecca per i materani è l'imprecisione sotto rete. Al quarto d'ora l'ex di turno Mirko Carretta, fischiato e preso di mira dai tifosi di casa, si libera dalla marcatura sulla fascia destra, riesce ad accentrarsi e sfodera un sinistro rasoterra pericoloso che finisce alla sinistra di Bleve. Ancor più clamorosa è l'occasione che capita allo stesso esterno salentino poco dopo: lancio di capitan Iannini in avanti, Carretta scatta in posizione regolare e brucia in velocità i difensori avversari ritrovandosi solo d'avanti al portiere, l'attaccante biancazzurro tenta il pallonetto ma purtroppo con poca fortuna spedendo la palla di poco a lato. Poi ancora Matera, Madonia salta due avversari, entra in area e da ottima posizione spara incredibilmente a lato. Poco più tardi ancora Madonia dalla sinistra va verso il fondo e scarica all'indietro per Iannini che calcia di prima intenzione, il tiro del capitano è centrale e finisce tra la braccia di Bleve. L'ultima azione da registrare nella prima frazione è di Tony Letizia, il quale salta tre avversari, si accentra e dal limite dell'area di rigore fa partire un destro angolato che costringe al miracolo l'estremo difensore martinese.

1K8A0311La seconda frazione di gioco vede il Matera calare di intensità ed il Martina crescere. Sono proprio i padroni di casa ad imbastire più azioni pericolose. Bifulco compie il suo primo miracolo già dopo i primissimi minuti su un tiro insidiosissimo di Pepe. Il Martina continua ad attaccare e si rende ancora pericoloso con Memolla che entra in area e fa partire un diagonale che impegna severamente Bifulco. Il Matera accusa il colpo e non riesce a reagire, conquistando al massimo qualche calcio di punizione grazie agli inserimenti del giovane Pagliarini e Diop, subentrati rispettivamente al posto di Madonia e Ferretti. Successivamente mister Auteri effettua l'ultimo cambio a disposizione inserendo Ashong sulla fascia sinistra al posto di uno stremato Mazzarani. La dea bendata bacia il Matera a circa dieci minuti dal termine del match, quando Fabiano riesce a liberarsi in area facendo partire un sinistro che si stampa sul palo e ritorna in campo. Cinque minuti più tardi si verifica la regola del goal sbagliato goal subito. Coletti calcia una punizione, conquistata dal giovane Pagliarini, verso il centro dell'area e Diop stacca di testa anticipando Bleve e insaccando per la gioia dei circa duecento tifosi materani giunti in Puglia. Dopo tre minuti di recupero termina la partita ed il Matera si aggiudica l'intera posta in palio al Tursi di Martina Franca.

Forse il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, con le due squadre che si sono divise un tempo ciascuno. Ma ancora una volta Diop, l'uomo degli ultimi minuti, consente ai biancoazzurri di conquistare l'unico risultato a disposizione per continuare a combattere per l'obiettivo playoff. Con il successo maturato in terra pugliese i materani riscattano la sconfitta subita contro il Foggia e ritornano in piena bagarre nelle primissime posizioni, ma sabato 18 aprile alle ore 16 al XXI Settembre Franco Salerno il Matera ospita il Benevento secondo in classifica. Un'altra partita fondamentale, un'altra finale che gli uomini di Auteri dovranno giocare con molta attenzione e determinazione. AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!

1K8A0149

1K8A0163

1K8A0233

1K8A0235

1K8A0241

1K8A0248

1K8A0250

1K8A0258

1K8A0262

1K8A0267

1K8A0334