Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

DSC 8330Matera - Cosenza 1-0

Marcatori: 35' Rolando

Matera: Bifulco, Di Lorenzo, Tomi, De Rose (87' De Franco), Ingrosso, Piccinni, Rolando (76' Gammone), Iannini, Infantino, Armellino, Casoli (60' Carretta).

A disp.: Biscarini, Meola, Zaffagnini, Zanchi, D'Angelo, Pagliarini, Albadoro.

All.: Padalino

Cosenza: Perina, Blondett (67' Ciancio), Pinna, Arrigoni, Tedeschi, Di Nunzio, Criaco, Caccetta (55' Cavallaro), Arrighini, La Mantia (58' Vutov), Statella.

A disp.: Saracco, Di Somma, Corsi, Ventre, Minardi, Parigi.

All.: Roselli

Arbitro: Carmine Di Ruberto di Nocera Inferiore. Assistenti: Francesco Oliviero di Ercolano e Lorenzo Abagnara di Nocera Inferiore.

Note: circa 3000 spettatori, di cui 150 ospiti. Ammoniti De Rose, Rolando, Armellino, Infantino, Tomi (M), Di Nunzio, Pinna (C). Angoli 4-3 per il Cosenza.

Cronaca di Nicola Radogna, foto di Sandro Veglia

Clicca qui per guardare la fotogallery completa di Matera-Cosenza

VSD 2062

DSC 8120E' un Matera semplicemente da urlo quello sceso in campo nel posticipo del lunedì sera al XXI Settembre Franco Salerno contro il Cosenza quinto in classifica. I risultati delle squadre che occupano le prime posizioni in graduatoria rendono questa partita fondamentale sia per i lupi cosentini, che vincendo possono agganciare la vetta del girone C di Lega Pro, sia per il Matera, che rincorre un posto nei playoff. Gli uomini di Padalino, a cui va dato il merito di aver preparato la partita in maniera perfetta ed aver azzeccato tutte le scelte nell'arco del match, si sono comportati in maniera egregia contro un avversario di certo non facile. Se proprio si vuol trovare un neo nella prestazione degli uomini di casa, il non aver chiuso i conti ha portato non poca apprensione ai tifosi fino all'ultimo istante, anche se Marino Bifulco è risultato sostanzialmente inoperoso per tutti i novanta minuti. Un Iannini in versione stratosferica ha dispensato assist e grandissime giocate, come il meraviglioso lancio con il contagiri per Rolando in occasione della rete che ha deciso l'incontro. Riavvolgiamo il nastro della partita e ripartiamo dall'inizio.

Mister Padalino ritrova capitan Iannini, assente per due turni di squalifica per l'espulsione rimediata dopo il fischio finale a Foggia. Come al solito la linea difensiva, a protezione del numero uno Bifulco, è composta da Piccinni ed Ingrosso centrali, Di Lorenzo e Tomi esterni. Francesco De Rose svolge il ruolo di filtro a centrocampo, più avanzati Iannini ed Armellino. Sugli esterni, con licenza di far male, trovano posto a destra Rolando ed a sinistra Casoli, assente a sorpresa Carretta. In avanti unica punta Saveriano Infantino.

DSC 8318La posta in palio è altissima e si avverte già dalle prime battute, il match si rivelerà una partita a scacchi con pochissime vere occasioni da rete. L'urgenza di vincere è più dalla parte del Matera, consapevole delle proprie potenzialità ma condizionato da un inizio di stagione a dir poco disastroso. Per sperare ancora nei playoff Iannini e compagni devono obbligatoriamente vincere. Per assistere alla prima palla-goal bisogna aspettare venti minuti. Al 18' la punizione di Arrigoni trova la sbilenca deviazione in area di Piccinni che per poco non insacca nella propria porta, provvidenziale il salvataggio sulla linea di Francesco De Rose, nativo proprio di Cosenza. La risposta dei padroni di casa è affidata a bomber Infantino che cinque minuti più tardi, ben servito da un cross basso di Iannini, devìa il pallone che diviene preda dell'estremo difensore ospite Perina. Sfuma così una buona opportunità per i biancoazzurri. Matera che avanza il proprio baricentro ed inizia a tessere una fitta rete di passaggi mantenendo ben saldo il possesso palla. Al minuto 34' la rete che decide l'incontro: Iannini ai venti metri calibra un passaggio millimetrico per Rolando che batte Perina in uscita con un pallonetto. Un goal pesantissimo quello del numero sette biancoazzurro, ormai identificato come GR7, i meriti sono da dividere tuttavia con il capitano materano, autore di un assist al bacio. Si va così al riposo con il Matera in vantaggio per una rete a zero.

DSC 8520Nella ripresa il copione non cambia. Biancoazzurri che controllano il pallino del gioco senza troppi affanni, ingabbiando gli ospiti con un possesso palla barcelloniano. Il Cosenza si sbilancia alla ricerca del pareggio aprendo spazi per i contropiedi del Matera. L'occasione per raddoppiare per la formazione di Padalino arriva al minuto 13': la punizione battuta da Rolando trova in area Iannini, l'assist di tacco è geniale e trova l'accorrente Armellino che calcia di sinistro e per poco non gonfia la rete. Un minuto più tardi primo cambio tra le fila biancoazzurre, esce Casoli ed entra Carretta. Una decina di minuti ed è proprio l'esterno di Gallipoli a rendersi protagonista con una conclusione dai venti metri che si spegne a lato alla sinistra di Perina. Iannini e compagni mettono in ghiaccio la partita, Padalino opta per un nuovo cambio e decide di mettere in campo forze fresche sostituendo l'autore del goal Rolando, salutato con una standing ovation, con Gammone. L'unica occasione degli ospiti nasce da un calcio piazzato da destra, si incarica della battuta l'ex di turno Pinna che calcia centrale, il tiro è facile preda di Bifulco che blocca in presa sicura. Al minuto 40' Padalino si copre inserendo Ciro De Franco al posto di un onnipresente De Rose, portando a cinque la linea difensiva. Il pressing finale dei rossoblù ospiti è sterile e non porterà occasioni da goal, padroni di casa che falliscono con Carretta un contropiede ben avviato da Infantino. Il direttore di gara fischia la fine il Matera conquista tre punti d'oro per la classifica e per il morale.

DSC 8624Il Matera lancia un segnale fortissimo alle compagini che lottano per un posto nei playoff ed a tutte le squadre del campionato; quinto risultato utile consecutivo e materani che archiviano con un ottimo score la serie di difficili partite che ha visto impegnati gli uomini di Padalino tra gennaio e marzo. Biancoazzurri che non mollano la presa e conquistano una vittoria fondamentale per continuare a sperare nei playoff. Vittoria con il Cosenza meritata complessivamente. Ottima partita disputata da tutti i calciatori, una nota di merito va in particolare a capitan Iannini autore di un match semplicemente perfetto, magistrale, con giocate fantastiche e lanci millimetrici, come l'assist in occasione del goal. Tre punti fondamentali per continuare a sognare.. NOI CI CREDIAMO. AVANTI MATERA!!! GO MATERA GO!!!

 

VSD 2064

DSC 8173

DSC 8208

DSC 8242

DSC 8249

DSC 8298

DSC 8307

DSC 8538