Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Paganese - Matera 4-0
MI1 7531Marcatori: 13', 28' Caccavallo, 73' Sirignano, 88' rig. Cunzi

Paganese: Marruocco, Esposito, Bocchetti, Carcione, Sirignano, Della Corte, Deli (57' Palmiero), Guerri, Cunzi, Caccavallo (85' Grillo), Cicerelli (59' Dozi)
A disp.: Borsellini, Penna, Acampora, Magri, De Vita, Corticchia, Tommasone, Parente
All.: Grassadonia

Matera: Bifulco, Di Lorenzo, Tomi (46' Zanchi), De Rose, Ingrosso, Piccinni, Rolando (59' Casoli), Gammone (46' Pagliarini), Infantino, Armellino, Carretta
A disp.: Biscarini, De Franco, Meola, Scognamillo, D'Angelo
All.: Aprile (in panchina al posto dello squalificato Padalino)

Arbitro: Eros Lacagnina di Caltanissetta. Assistenti: Nello Grieco di Macerata e Francesco Biava di Vercelli
Note: spettatori 800 di cui una ventina ospiti. Ammoniti: Caccavallo, Guerri (P), De Rose, Piccinni, Armellino (M). Angoli 10-5 per il Matera.

Cronaca di Nicola Radogna, fotografie di Mirco Sorrentino

MI1 7550Il Matera crolla a Pagani e dice addio al sogno playoff. I biancoazzurri gettano la spugna al termine di una grande rincorsa, iniziata a metà girone di andata (quando la squadra di mister Padalino era ultima in classifica), che ha permesso a capitan Iannini e compagni di risalire ed insidiare le primissime posizioni di classifica. L'epilogo stagionale, reso ancor più probabile dopo la sconfitta nel derby di domenica scorsa contro il Melfi, ha preso definitivamente forma nella 31^ giornata dopo il perentorio 4-0 inflitto dalla Paganese, formazione di medio-bassa classifica, alla ricerca di punti per blindare la salvezza diretta. Un epilogo che certamente non cancella l'ottima stagione, iniziata col piede sbagliato ma proseguita nel verso giusto, con una squadra che ha battagliato contro qualsiasi avversario praticando un calcio spumeggiante e spettacolare. Tuttavia i biancoazzurri sono chiamati adesso a concludere il campionato in maniera dignitosa, onorando la maglia fino all'ultimo istante.

MI1 7562Mister Aprile, sostituto di Padalino, deve fare i conti con l'assenza per squalifica di capitan Iannini a centrocampo. Avanti al portiere Bifulco trovano spazio Piccinni ed Ingrossi centrali, Tomi e Di Lorenzo sugli esterni. De Rose in cabina di regìa, più avanzati Gammone ed Armellino; sulle fasce Rolando a destra e Carretta a sinistra. In avanti l'unica punta centrale Saveriano Infantino.

L'inizio degli ospiti è arrembante, i biancoazzurri vanno vicinissimi alla rete in più occasioni. Al primo minuto è una deviazione di Carretta a costringere Marruocco, grande protagonista di giornata, ad un difficile intervento, la palla sbatte sul palo esterno e finisce fuori. Ancora l'esterno offensivo salentino protagonista una manciata di minuti dopo, il suo tiro dal limite dell'area scheggia nuovamente il palo alla sinistra di Marruocco. La spinta offensiva del Matera continua al minuto 10', con una girata di Armellino che finisce di poco fuori. Al minuto 13 il vantaggio ospite porta la firma di Caccavallo, il suo tiro dai venti metri è perfetto e finisce nell'angolo alto alla destra di Bifulco, traiettoria imprendibile per l'estremo difensore materano. Gli ospiti provano a reagire ma ancora Marruocco è super su una conclusione di Rolando al 17'. A metà primo tempo la Paganese raddoppia: azione fotocopia della prima rete, ennesima magia di Caccavallo che indirizza la sfera nell'angolo basso alla destra di Bifulco. Due prodezze realizzate dall'esterno offensivo campano che vanificano un discreto inizio di partita dei lucani. Nel finale del primo tempo l'estremo difensore di casa decide ancora una volta di rendersi protagonista, prima respingendo con un grande intervento al 35' un calcio piazzato ben battuto da Armellino, poi con una super-parata sulla conclusione di De Rose. Finisce il primo tempo, Matera sotto di due goal, risultato non meritato per quanto visto in campo.

MI1 7565Ripresa che si apre con due cambi: fuori Tomi e Gammone, dentro Zanchi e Pagliarini. Gli ospiti rientrano in campo con uno spirito diverso rispetto al primo tempo, i biancoazzurri appaiono rassegnati ad un risultato fino a quel momento bugiardo. Lucani che non riescono a scardinare la retroguardia campana, la squadra di mister Grassadonia si difende senza correre particolari pericoli. Al 59' terzo cambio tra le fila del Matera, esce Rolando ed entra Casoli. Circa cinque minuti più tardi ennesimo legno colpito dai biancoazzurri, questa volta è Ingrosso a colpire la traversa su un cross di Carretta. Episodio che spegne definitivamente qualsiasi speranza residua degli uomini di Aprile, Paganese che può chiudere i conti al minuto 73' con Sirignano, abile ad insaccare di testa. Il poker è servito da Cunzi su rigore, a due minuti dalla fine, penalty concesso dall'arbitro per atterramento di Piccinni sullo stesso attaccante campano. Il direttore di gara fischia la fine sancendo il tonfo del Matera a Pagani.

Termina quindi nel peggior modo possibile la rincorsa del Matera ai playoff, obiettivo già di per se difficile da raggiungere, reso particolarmente proibitivo dalla sconfitta rimediata al XXI Settembre Franco Salerno contro il Melfi nella precedente giornata. Perentorio 4-0 che non cancella quanto di buono fatto in questa stagione dagli uomini di Padalino, chiamati adesso a concludere la stagione in maniera dignitosa nelle restanti tre partite di campionato. ORA E SEMPRE FORZA MATERA!!!

MI1 7607 

MI1 7637

MI1 7638

MI1 7649

MI1 7652

MI1 7655

MI1 7669

MI1 7680

MI1 7782

MI1 7785

trapani e fenandez

traversa di ingrosso