Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

A cura di Fabio Venezia, Francesco Salerno e Nicola Salerno

Clicca qui per leggere la cronaca della gara di andata

logo ischiaGLI AVVERSARI - In vista della lotteria playout l'Ischia, attualmente penultima a quota 21 punti, punta a chiudere la stagione regolare nella miglior posizione di classifica possibile cercando di superare al fotofinish il Martina. Stagione disastrosa quella degli isolani, reduci da nove sconfitte ed un solo pareggio nelle ultime dieci giornate. Lontano dall'Isola Verde i gialloblu hanno vinto solamente ad Andria, pareggiato in cinque occasioni e perso nove volte. Seconda peggior difesa del torneo (solo la derelitta Lupa Castelli ha fatto peggio) e quarto peggior attacco con appena 29 gol messi a segno in 31 partite. Il tecnico Antonio Porta, sulla panchina ischitana dal 16 Marzo a seguito di un terremoto societario che ha portato all'esonero di Nello Di Costanzo ed alle dimissioni di alcuni dirigenti, dovrebbe puntare sull'abituale 4-3-3. Tra i pali mancherà il titolare Rino Iuliano, ex Potenza; al suo posto ci sarà Nicola Modesti, prelevato durante il mercato invernale dalla Juve Stabia. Difesa a quattro con Francesco Bruno a destra, Antonio Porcino a sinistra e due tra Jerry Vandam, Davide Savi, Giampaolo Sirigu e Leonardo Moracci al centro. In mezzo al campo il 23enne scuola Hellas Verona Mattia Spezzani, Gennaro Acampora, ex di turno, e uno tra Giuseppe Palma e Filippo Florio. In attacco mancherà il trequartista 35enne Giorgio Di Vicino, uomo di maggior esperienza in casa gialloblu. Il tridente sarà quindi formato da Gennaro Armeno, Mamadou Kanoute e Alberto Aladje Gomes, scuola Sassuolo.

SUGLI SPALTI - Il tifo organizzato a Ischia nasce negli anni ottanta, un periodo di grande fermento per le curve italiane che non lascia indifferente gli appassionati di calcio dell'isola che da quel momento avrebbe vissuto un vero e proprio periodo d'oro. Dopo le prime avventure con le denominazioni "Commando Ultrà" e "Vecchia Guardia", nel 1983 nascono gli "Yellow-Blue Lions" come naturale prosecuzione delle due precedenti realtà i cui membri avevano deciso di unire le forze per meglio difendere i colori della propria città.

A seguire altri gruppi si sono accodati a cominciare da "Warriors", "Irriducibili" e "Teste Matte”, per finire agli "Ultras Liberi", nati nel vicino 2011 ma scioltisi come tutti i precedenti gruppi. Attualmente pare siano solo gli "Ischitani" a non aver gettato la spugna.

Da sottolineare il gemellaggio con i perugini e le rivalità tutte campane con Turris, Savoia, Casertana e Gladiator. Con il tifo materano i rapporti non sono idilliaci da qualche stagione ma a livello storico non si può parlare di rivalità.

I PRECEDENTI - Sono 8 i precedenti tra Matera e Ischia al XXI Settembre, con un totale di 3 vittorie del Matera, 4 vittorie dell'Ischia e 1 pareggio.

Nel campionato di Serie D 1967-68 i padroni di casa ebbero la meglio agevolmente sugli ospiti vincendo per 3-0 con doppietta del bomber Busilacchi e rete di Jancarelli. Le due squadre tornarono ad affrontarsi nel campionato di Serie C1 1993-94 ed anche in questo caso il successo andò al Matera, stavolta di misura, grazie al gol di Bartolelli.

  VSD 1674
  Campionato 2014-15: un tentativo in acrobazia di Albadoro.

A partire dal 2006 i confronti diretti divennero più frequenti, e per tre anni consecutivi gli ischitani furono corsari sul terreno di gioco lucano; nel 2006-07 fu Coppola a regalare il successo agli ospiti, nella stagione successiva fu netto il 3-0 per i gialloblu grazie alla doppietta di Pirro ed al gol di Costanzo, e nel 2008-09 ancora un successo di misura firmato da Alvino. Nel 2009-10 tornò alla vittoria il Matera che mandò a casa gli ospiti con una cinquina siglata da De Vecchis (tripletta per lui), Logrieco e Mazzoleni. Nel 2012-13 l'Ischia capolista violò nuovamente il XXI Settembre - Franco Salerno con un gol di Nigro.

Ultimo della serie il confronto disputato nella scorsa stagione calcistica, quando il Matera non riuscì a superare il muro difensivo gialloblu colpendo solo una traversa nella ripresa con Faisca e la gara terminò in parità a reti bianche.

Clicca qui per guardare il bilancio di tutti i precedenti di campionato tra Matera e Ischia