Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Serie D 2022-23, Girone H - 13ª giornata

RUSSONapoli, stadio Caduti di Brema, 27 novembre 2022, ore 15.30

Afragolese - Matera 2-2

Marcatori: 9' Russo (M), 34' Longo (A), 47' Murolo (A), 62' Cum (M)

Afragolese: Provitolo, Percuoco, Murolo (67' Forte), Picascia, Cordato, Volpicelli (38' Da Dalt, 75' Sowe), Mancino (69' Lippo), Esposito, Caso Naturale, Longo, Aracri. A disposizione: Mazzone, Rendina, Di Leo, Manco, Langone. Allenatore: Agovino

Matera: Pozzer, Montanino, Vicente, Donida, Cum, Russo, Bottalico, Manu (68' Sellitti), Iaccarino, Piccioni, Ferrara (65' Orefice). A disposizione: Demalija, De Vivo, Zielski, Hysaj, Gjuci, Di Stefano, Donose. Allenatore: Stifani (squalif. Ciullo)

Arbitro: Gallorini di Arezzo. Assistenti: Celestino di Reggio Calabria e Piccolo di Vibo Valentia.

CUMNote: partita giocata a porte chiuse. Osservato un minuto di raccoglimento per la tragedia causata dal maltempo a Ischia. Ammoniti: Caso Naturale, Esposito, Forte, Lippo (A), Montanino, Donida (M). Espulso al 93' Lippo (A) per doppia ammonizione.

Cronaca a cura di Tifomatera.it 

Il Matera conquista l’ennesimo punto prezioso nella difficile trasferta contro l’Afragolese, squadra ambiziosa che tuttavia sta attraversando un periodo negativo. Gli uomini di mister Ciullo, squalificato e sostituito da mister Stifani, dopo essere passati in vantaggio con Russo nel primo tempo hanno subito il ritorno campano. Prima Longo e poi Murolo (complice una clamorosa papera di Pozzer) hanno ribaltato il risultato, immeritatamente per quanto visto in campo. Ma i biancoazzurri, con il consueto carattere che li contraddistingue, non si sono dati per vinti ed hanno ristabilito la parità con il piattone destro di Cum. Un punto comunque importante che consente al Matera di muovere la classifica e portare a sei il filotto di risultati utili consecutivimai battuta con mister Ciullo in panchina. Dati che sicuramente indicano un ottimo stato di forma ed uno spirito della squadra mai domo.

afr-mt 2022-23Out a sorpresa Figliomeni tra le fila dei biancoazzurri, mister Ciullo schiera Montanino nella difesa a tre, mentre Cum si accomoda sulla corsia destra di centrocampo. Nei campani gli occhi sono tutti puntati su Longoattaccante capocannoniere del girone con nove reti realizzate. Parte subito forte il Matera che passa al primo affondo: è il minuto 9′ quando Iaccarino lancia Russo che raccoglie la sfera e beffa Provitolo con un pregevole pallonetto. I lucani amministrano bene il vantaggio, sfiorando il raddoppio con un calcio piazzato di Russo. Appena dopo la mezz’ora i padroni di casa ristabiliscono la parità con un’incornata di Longo che batte Pozzer. Nel finale della prima frazione prima Iaccarino poi Ferrara non riescono a riportare gli ospiti in vantaggio.

Nella ripresa il Matera decide subito di farsi del male: Pozzer è tutt’altro che perfetto sul calcio piazzato di Aracri, si avventa sulla sfera Murolo che insacca. Grave errore dell’estremo difensore materano che si è lasciato clamorosamente sfuggire la sfera dai guantoni. Immeritamente gli uomini di Stifani sono in svantaggio ma non si perdono d’animo. Al minuto 6′ Ferrara ha un’ottima occasione per pareggiare ma la mira non è perfetta. Al 13′ è Bottalico che ci riprova, anche in questo caso il tiro è impreciso. Al 17′ però Cum non sbaglia e di piattone destro infila la sfera alle spalle di Provitolo. Nel finale entrambe le formazioni provano a portare a casa l’intero bottino ma da un lato Pozzer è abile a respingere una punizione di Aracri, dall’altro Donida al 37′ non inquadra di poco la porta con un colpo di testa. Nel finale i padroni di casa rimangono in inferiorità numerica per l’espulsione di Lippo, ma gli ospiti non ne approfittano e si accontentano di un punto comunque prezioso che muove la classifica.