Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

icona app

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

A cura di Fabio Venezia, Francesco Salerno e Nicola Salerno

logo ischiaGLI AVVERSARI - Settimana non facile quella appena trascorsa per l’Ischia: prima il clamoroso 5-5 di Castellammare di Stabia, cui hanno fatto seguito numerose polemiche, quindi la decisione della Corte d’Appello Federale che ha respinto il ricorso presentato dalla società isolana avverso la penalizzazione di 4 punti in classifica. Ischia che sul campo ha conquistato 18 punti, 12 dei quali fra le mura amiche; al “Mazzella” sono cadute nell’ordine Lupa Castelli, Martina Franca e Melfi, mentre le corazzate Casertana, Foggia e Benevento hanno strappato un sol punto. Il solo Akragas, alla quinta giornata, è riuscito nell’impresa di espugnare il campo ischitano. In panchina siede Leonardo “Dino” Bitetto, a Matera come giocatore nella trionfale stagione 1978/1979, reduce da tre stagioni e mezzo molto positive a Melfi. Il tecnico barese schiera abitualmente i suoi con il 4-3-1-2 ma contro il Matera potrebbe rivedere il proprio credo tattico a causa delle numerose defezioni. Tra i pali il titolare è l’esperto Rino Iuliano, ex di Potenza, Salernitana, Campobasso e Messina. In difesa mancherà l’ex Foggia e Vigor Lamezia Liberato Filosa, spazio quindi al tandem formato da Leonardo Moracci, nella passata stagione a Pagani, e Matteo Patti, pilastro difensivo prelevato dal Martina. Lungo l’out di destra spazio al terzino 19enne Filippo Florio mentre dalla parte opposta agirà il 25enne Francesco Bruno, ex Casertana. In mezzo al campo Bitetto avrà l’imbarazzo della scelta potendo scegliere tra il mediano Matteo Calamai, l’anno scorso alla Paganese, il capitano Gennaro Armeno, il centrale ex Messina Nicolas Izzillo e Fabio Meduri. In attacco le assenze più pesanti. Mancheranno infatti il lungodegente Ameth Fall, il talentoso trequartista Nicola Mancino, tesserato dalla Casertana, ed il bomber Luca Orlando. Scontata quindi la presenza del senegalese Mamadou Kanoute, prelevato dal Benevento.

LO STADIO - Lo stadio «Enzo Mazzella» ospiterà la gara tra Ischia Isolaverde e Matera. L’impianto si trova nella parte orientale dell’isola ischitana, nel territorio del Comune di Ischia, il quarto per popolazione dell’isola. La sua inaugurazione risale al 1988 e con una capienza di cinquemila posti è tra i più piccoli nella classifica per capienza degli stadi del girone C.

La struttura è a pianta ovale dotata di tre settori in cemento non continuativi di cui solo la tribuna centrale ha copertura. Sono presenti pista di atletica e impianto di illuminazione. È stato intitolato a Enzo Mazzella per ricordare il politico che negli anni Ottanta ha ricoperto per diversi mandati la carica di primo cittadino del Comune di Ischia.

Dagli anni Quaranta fino alla metà del campionato di C1 1987-88 l’Ischia aveva giocato le proprie gare interne nello stadio «Vincenzo Rispoli», più piccolo e quindi non ritenuto funzionale al club che aveva raggiunto il terzo livello del calcio italiano.

I PRECEDENTI – Sono 8 i precedenti di campionato tra Ischia e Matera disputati sul campo ischitano, il bilancio vede 4 vittorie dell'Ischia, 3 pareggi ed 1 vittoria del Matera.

Il primo confronto diretto risale alla seconda giornata della stagione 1967-68, quando la gara terminò sullo 0-0 agli esordi di un campionato che vide il Matera trionfare e l'Ischia raggiungere la salvezza. Le due formazioni si ritrovarono di fronte solo nel campionato di Serie C1 1993-94 ed il punteggio fu identico, un pareggio senza reti.

E' nei campionati di Serie D degli anni duemila che i confronti diretti divennero sempre più frequenti, a partire dal 2006-07 quando i padroni di casa si imposero con il minimo scarto grazie al gol di Di Spigna. L'anno seguente terminò in parità con il vantaggio di Di Spigna ed il pareggio materano segnato da Selvaggi. Nel 2008-09 ancora una vittoria gialloblu, con il 2-1 finale firmato da Di Meglio, pareggio di Albano e gol vittoria di Bianco. Al termine della stagione 2009-10, con i biancazzurri già rivolti verso i play-off conquistati grazie alla vittoria della coppa Italia, gli ischitani superarono gli ospiti con il risultato di 3-1: vantaggio di Quinto, momentaneo pareggio di Martinelli, e vittoria finale con Schettino e Quinto.

  DSC 0046
  Campionato 2014-15: la formazione del Matera che ha affrontato l'Ischia nell'ultimo confronto diretto dello scorso aprile.

Nel 2012-13 la vittoria dell'Ischia per 2-1 consentì agli isolani di prendere il largo in vetta alla classifica nella stagione che suggellò il trionfo in campionato della squadra gialloblu: il Matera era temporaneamente passato in vantaggio grazie alla rete di Quacquarelli, ma poi un autogol di De Gennaro ed il gol di Tito allo scadere ribaltarono il risultato.

Nel campionato di Lega Pro 2014-15, infine, l'unica vittoria biancazzurra in terra isolana: le reti tutte nella ripresa, con Letizia che portava in vantaggio il Matera, il pareggio su rigore segnato dall'ex di turno Infantino, ed il solito Diop che con una incornata nei minuti di recupero regalò al Matera una vittoria preziosissima e decisiva nella corsa play-off.

 

Clicca qui per guardare il bilancio di tutti i precedenti di campionato tra Matera e Ischia